mercoledì 29 ottobre 2014

Dove sono stata in gita?

La mia ultima gita in bus, che risale ai giorni 17-19 ottobre, mi ha portato a visitare meravigliosi paesi della Toscana, Lazio e Umbria.
Fortuna vuole che il viaggio sia stato gentilmente offerto al comitato di redazione di una rivista specializzata, che mi annovera tra i suoi membri, anche per creare affiatamento tra i componenti di varie parti d'Italia e per scambiarsi idee e opinioni sulla rivista.
Come sempre in questi casi sono i compagni di viaggio a fare la differenza e del bergamasco ho già parlato nel post precedente... Mi pare più che sufficiente a comprendere lo spirito del gruppo!
A me, che sono interessata più a fare la turista che a ciacolare di menate varie, la gita è comunque apparsa ottima.

Vi lascio una foto di ognuna di queste meraviglie in questo ordine: Montepulciano, Pienza, Pitigliano, Sovana, Bolsena e Orvieto (cui dedicherò un post a parte).



Ma quanto carino è il piccolo borgo di Sovana? Non a torto è annoverato tra i più bei borghi d'Italia. La torre-palazzo qui sotto è la sede del servizio postale.

Svegliarsi fronte lago è impagabile.

Anche solo per ammirare l'esterno del duomo di Orvieto vale un viaggio fin qui. Il numero di visitatori soprattutto stranieri da queste parti è impressionante.


Quanto adoro le gite in bus!

martedì 21 ottobre 2014

Una veneta e un bergamasco in una gita organizzata


Bergamasco: Ma tu sei veneta?
Kylie: Sì.
Bergamasco: No, tu non sei veneta.
Kylie: Sì lo sono. Perché non lo sembro?
Bergamasco: Non sembri veneta. I veneti parlano solo in dialetto.
Kylie: È vero, il Veneto e la Campania sono le regioni d'Italia in cui è più radicato l'uso del dialetto. Questo non significa che non siamo perfettamente in grado di parlare in italiano.
Bergamasco: Sì ma i veneti parlano in dialetto con tutti, anche con chi non è della loro regione...
Kylie: A me non risulta... (mòeghea! = smettila)
Bergamasco: Io sono stato varie volte in Veneto e mi hanno sempre parlato in dialetto e poi....

L'ha tirata troppo per le lunghe con questa storia... dopo un po' ho fatto la fuga.


L'albero degli zoccoli di Ermanno Olmi (1978) vincitore della Palma d'oro a Cannes fu girato in dialetto bergamasco, di cui io non capisco quasi nulla.

mercoledì 15 ottobre 2014

Guardate la foto


In fila alle casse.
Non credevo ai miei occhi, ho dovuto scattare la foto per forza!
Un incastro del genere è da fuori di testa (tutta la famiglia).

Che ne pensate?

domenica 12 ottobre 2014

Kylie = Bob Broccolo


Se qualcuno di voi frequenta super ed iper della Coop, si sarà di certo imbattuto nella nuova raccolta punti per l'acquisto dei Vitamini, pupazzi a forma di frutta e verdura che dovrebbero avvicinare i più piccoli ad un'alimentazione più sana e hanno pure uno scopo benefico.
I Vitamini si chiamano: Joe Pomodoro, Bob Broccolo, Rudy Aglio, Mimì Melanzana, Carla Carota, Max Banana, Francy Fragola, Patty Pera, Miki Mela e Jimmy Melone.
Subito è partita la corsa ai bollini tra tutte le mie amiche oltre a mia mamma che ne sta collezionando alcuni per mio nipote di 3 anni.
Fin qui tutto normale.

M. però qualche giorno fa me ne ha regalato uno, quello nella foto, per il semplice motivo che mi somiglia. Cioè, ai suoi occhi, io sono come Bob Broccolo!

Ricevo dei regali fantastici, vero?

mercoledì 8 ottobre 2014

La nostra bella Italia


Villa Manin a Passariano - in corso mostra di Man Ray

Se visitate il sito http://www.skyscanner.it/notizie/i-20-paesi-piu-belli-ditalia troverete la lista dei paesi più belli d'Italia per il 2014.

Questi i borghi, paesini, cittadine selezionate:

  1. Neive in Piemonte
  2. Bard in Valle d'Aosta
  3. Tremosine sul Garda in Lombardia
  4. Colfosco in Trentino Alto Adige
  5. Cividale in Friuli Venezia Giulia
  6. Asolo in Veneto
  7. Brisighella in Emilia Romagna
  8. Castelvecchio di Rocca Barbena in Liguria
  9. Sorano in Toscana
  10. Gradara nelle Marche
  11. Bevagna in Umbria
  12. Pacentro in Abruzzo (qui vissero gli avi di Madonna)
  13. Caprarola nel Lazio
  14. Bagnoli Trigno in Molise
  15. Vairano Patenora in Campania
  16. Pietrapertosa in Basilicata
  17. Oriolo in Calabria
  18. Sant'Agata in Puglia
  19. Castelsardo in Sardegna
  20. Castellamare del Golfo in Sicilia

Io ne ho visitati 3 fra questi e ho segnalato i miei post di allora. Un paio (Sovana e Caprarola) sono già in cantiere per il prossimo futuro.

E voi? Ne conoscete qualcuno?



sabato 4 ottobre 2014

Le tartarughe di Villa Smeraldi


Tempo fa seguivo l'anteprima di un programma tv dove un signore anziano del sud dell'Italia ricordava che da piccolo mangiava una speciale zuppa con le tartarughe.
Invece io da piccola, essendo cresciuta in campagna, ricordo che di tanto in tanto qualche tartarughina capitava in giardino oppure mio papà o mio nonno me la segnalavano nelle vicinanze. 
Amante degli animali sin dalla nascita subito avviavo i miei titanici espedienti per addomesticarla. Tutti miseramente falliti. Ogni volta la tartaruga spariva, anzi, semplicemente mi abbandonava per cercare canali e fossi. 
Eppure io le offrivo le migliori foglie d'insalata dell'orto!

Qualche settimana fa sono capitata a Villa Smeraldi a San Marino di Bentivoglio (BO) che si trova immersa in un giardino ampio e bello, ad ingresso libero.
Il laghetto che precede la Villa (oggi adibita a Museo) è zeppo di tartarughe!

Se ti sporgi dal ponte si avvicinano a frotte e ti guardano speranzose di ricevere qualcosa da mangiare, presumo, anche perché non ho altre spiegazioni plausibili di un tale comportamento. 


Tra l'altro nel laghetto ci sono dei pesci di dimensioni notevoli, sarà un problema di approvvigionamento di beni di prima necessità per tutte ste creature?

La villa è sede del museo della civiltà contadina. Tutte le informazioni al sito http://www.museociviltacontadina.provincia.bologna.it/

giovedì 2 ottobre 2014

1° ottobre 2014

Villa Maser opera del Palladio


L’amore è come la pioggerella d’autunno, che cade piano piano, ma fa straripare i fiumi.

Proverbio africano



Non è ancora straripato il Piave, ma la mia auto ieri mi ha abbandonata ed è stata ricoverata dal meccanico.
In mattinata mi chiameranno per conoscerne il destino.
10 anni di vita e sentirli tutti.

lunedì 29 settembre 2014

Al supermercato...


Un'analisi della Compagnia Food Sentry, basata sul numero di violazioni accertate, ha individuato i paesi con gli alimenti meno sicuri che vengono esportati un po' in tutto il mondo.
Ai primi dieci posti vi sono: 
  1. India
  2. Cina 
  3. Messico
  4. Francia
  5. Stati Uniti
  6. Vietnam
  7. Brasile
  8. Repubblica Dominicana
  9. Turchia
  10. Spagna

Le violazioni riguardano la presenza eccessiva o illegale di pesticidi, contaminazione da agenti patogeni, scarsa igiene, micotossine, ecc.

Il dato sorprendente è quello della Francia al 4° posto e della Spagna al 10°, considerato che nei nostri supermercati sono davvero tanti i prodotti importati da quei paesi.
Della scarsa sicurezza degli altri invece non mi stupisco.
Occhio quindi!

Gli oggetti della foto sono invece presenti nel Museo di Tonino Guerra a Santarcangelo di Romagna. Quelle brocche per me sono fantastiche!

venerdì 26 settembre 2014

Io odio i sindacati


Il titolo di questo post è forte, ma io ho le mie ragioni.
Dopo un periodo di iscrizione ad un sindacato (cessata con soddisfazione 7 anni orsono) e anni di sterile confronto dal punto di vista professionale, sono arrivata al punto di detestarli. In particolare non tollero più i sindacalisti di professione: politicanti senza arte né parte, arraffoni e opportunisti. Buona parte in aspettativa o distacco sindacale pagato dallo Stato.

Ma da ieri al mio elenco ho aggiunto un motivo in più per detestarli.

Come direbbe Crozza, pare... ma io non ci credo, che tra i beneficiari dei soldi dei cittadini italiani destinati al Mose di Venezia, vi fosse anche la CGIL del Veneto, cui pare, ma io non ci credo, che andassero 800.000,00 euro annui.
 
Come diremmo noi veneti... ma su quel Mose magnea tuti?

mercoledì 24 settembre 2014

In certi uffici si organizzano tornei di briscola


Giusto ieri mi è stata raccontata questa cosa ed è assolutamente vera. 
Il luogo del delitto è una sede veneta dell'Agenzia delle Entrate.
All'Agenzia si lavora in team. Al team viene assegnato un certo numero di pratiche da evadere in un determinato tempo.
In questa sede concluse le pratiche assegnate si organizzano tornei di briscola che vanno avanti fino a nuova assegnazione di pratiche.

La prima cosa che ho detto è stata vaffanculo ai semi-fannulloni.

La seconda è che chi verifica il carico di lavoro è un deficiente per non dire una testa di minchia.

A voi diverse parole e/o considerazioni perché per me tutto questo è insopportabile.