mercoledì 19 agosto 2015

Quanto sono bello, quanto sono figo!


"Cari vacanzieri ponzesi, guardate quanto sono bello e a mio agio su questa barcarola. Mi dispiace per voi che ve ne state su un traballante lettino appollaiato su qualche scoglio appiattito. Certo la barchetta non è delle migliori ma ci prendo il fresco e giro per le splendide insenature dell'isola.


Vi regalo un'abbaiata, vi mostro il codino e me ne vado con quel cavernicolo del mio padroncino!"


Cane in visita alle Piscine Naturali il 10 luglio scorso. È arrivato, ci ha distratti dal caldo africano facendosi ammirare per una decina di minuti ed è ripartito.

domenica 9 agosto 2015

Chi smette di essere amico, non lo è mai stato.



Che io ultimamente non abbia avuto tempo libero è palese a voi tutti: sono mancata dai vostri e dal mio blog per mesi. 
Chiaramente anche le mie amicizie non virtuali ne hanno risentito ma chi, tra queste, è dotato di idonea intelligenza ha compreso le mie esigenze. 
Invece, chi la testa ce l'ha solo per ingombro (per citare M.) ha avuto il coraggio di darmi della "stronza" per essere stata poco disponibile.
La "stronza" ha aggiunto al novero delle ex amiche la testa vuota suddetta.


martedì 28 luglio 2015

Tivoli: Villa d'Este patrimonio dell'Umanità


Non si può non visitare questa meraviglia. Ho dovuto davvero selezionare alcune tra le tantissime foto scattate in questo luogo, giustamente inserito nel patrimonio Unesco dell'Umanità.
La villa costruita sui resti di una villa romana (visibili in alcune stanze) fu commissionata all'Arch. Pirro Ligorio dal cardinale Ippolito II d'Este (figlio di Lucrezia Borgia), che morì sfortunatamente qualche mese dopo la sua inaugurazione (1572).

 

Per un secolo la proprietà rimase alla casata d'Este, poi passò agli Asburgo, che nel tempo lasciarono decadere la villa. Dal 1918 è proprietà dello Stato Italiano.


Molto belli gli interni e gli affacci sul parco e sul panorama circostante. 
Di sicuro il fulcro della proprietà è costituito dal parco, dalle innumerevoli piante e alberi, dalle fontane, vasche, giochi d'acqua alimentati dalle acque dell'Aniene.


Viale delle cento fontane

Moltissimi i visitatori, soprattutto stranieri. Il biglietto costa solo 8 euro!

Ai tempi d'oro passeggiare lungo questi viali dev'essere stato un ottimo passatempo per il Cardinale, noto più per la licenziosità e il gusto per le feste, che per le preghiere.

Le peschiere

La villa vista dal limitare del parco



In questo bellissimo luogo soggiornò e trasse ispirazione Franz Liszt per alcune delle sue opere.

Tivoli è una città a traffico sostenuto, bisogna portare pazienza e accettare anche qualche vaffa dai residenti se non ci si muove agevolmente tra le sue stradine, ingorghi, code, ecc.

Fontana di Nettuno

domenica 26 luglio 2015

Tivoli: Parco di Villa Gregoriana


Questa primavera mi sono concessa una settimana di vacanza per visitare alcune località del Lazio. Ne ho scoperte di molto belle, altre sono risultate deludenti (i consueti rischi del viaggiatore). 


Non basterebbe un giorno solo per visitare una bella città come Tivoli (RM). 
Io, per ragioni di tempo, mi sono dovuta concentrare solo su tre luoghi d'interesse:
  • Villa d'Este
  • Villa Adriana
  • Il giardino di Villa Gregoriana documentato nelle foto di questo post

L'area, denominata Parco di Villa Gregoriana, è stata completamente recuperata dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) dal 2002 e aperta al pubblico dal 2005, grazie alla concessione del sito da parte dell'Agenzia del Demanio. Si trova tra la sponda destra del fiume Aniene e l'antica Acropoli romana.
È formata da percorsi in discesa, salita, scalette panoramiche e punti di osservazione. Ovunque vi sono panchine e sedute per ammirare la bellezza della natura.
 

Si scende da una sponda e si risale dall'altra.
Necessarie scarpe comode. Vietatissimi i tacchi!


Ruderi della Villa di Manlio Vopisco (fine II sec. e inizio I sec. a.C.)

Arrivati all'acropoli si possono visitare due templi databili attorno al I secolo a.C., uno rettangolare, detto della Sibilla e l'altro rotondo, detto di Vesta.
Tivoli era inserita nel famoso Grand Tour, cioè il lungo viaggio che i giovani aristocratici europei effettuavano dal XVII secolo in poi per apprendere e visitare località importanti e che terminava in Italia.
Per questa ragione, il tempietto della prima e ultima foto è stato ritratto, nei secoli, da numerosi artisti.


Nel prossimo post le foto di Villa Adriana.

venerdì 3 luglio 2015

Due foto insolite


Sopra un'anatra alla ricerca di un parcheggio al The Space Cinema.

Sotto un cocal si aggira in bicicletta sul lungomare.



mercoledì 1 luglio 2015

Una farfalla


"Le farfalle hanno una grazia incantevole, ma sono anche le creature più effimere che esistano. Nate chissà dove, cercano dolcemente solo poche cose limitate, e poi scompaiono silenziosamente da qualche parte."
Haruki Murakami

sabato 27 giugno 2015

Quando cedo alla lentezza...


Ascoltare qualcuno che legge ad alta voce è molto diverso che leggere in silenzio. Quando leggi, puoi fermarti o sorvolare sulle frasi: il tempo sei tu che lo decidi. Quando è un altro che legge è difficile far coincidere la tua attenzione col tempo della sua lettura: la voce va o troppo svelta o troppo piano.

Così scriveva Calvino. 
Io leggo molto ma molto velocemente. Secondo qualcuno decisamente troppo.

Mi concedo molto più tempo solo quando visito qualcosa di nuovo.

Oggi vi consiglio l'antichissimo orto botanico di Padova, a cui si è aggiunta in tempi più recenti una sezione molto moderna. Una bella e lunga passeggiata nel verde ad un passo dal Santo.






La nuova sezione: il giardino della biodiversità.




Il giardino è stato inserito dall'Unesco nella Lista del Patrimonio Mondiale come bene culturale.

mercoledì 24 giugno 2015

Torre acquistasi.


Nessuno lo sa, ma a me piacerebbe acquistare una torre, possibilmente una di quelle a difesa delle coste che si trovano sparse soprattutto tra la Toscana e la Puglia. Ci passerei le vacanze o la trasformerei in una struttura turistico-ricettiva.
Se ne possedete una e la vendete, avvisatemi!


Qualche mese fa, percorrendo la strada che porta a Sermoneta (bellissimo borgo in provincia di Latina) mi sono imbattuta nella torre della foto precedente.
La sua collocazione è curiosa, pare costruita su un limitatissimo spuntone di roccia. 
In realtà, Torre Petrara, d'origine medievale, è stata semplicemente risparmiata da un intensivo sfruttamento di una cava tutt'intorno, che è arrivato a mordicchiarne le fondamenta.
Ora che la cava non è più attiva, la torre non è più né accessibile né utilizzabile.
Mi pare un risultato da idioti.
Non la si poteva preservare?

domenica 21 giugno 2015

Due attrazioni che non vi consiglio di visitare


Non mi capita sempre di spendere bene i miei soldi nelle varie escursioni e visite a monumenti e luoghi d'interesse o presunti tali.
Vi porto due esempi.
Castello di Fumone (Provincia di Frosinone): ingresso 10 euro + 1 euro se si vuole fotografare e già uno s'immagina che ci siano cose che valga davvero la pena di immortalare.
Se non fosse che qui fu imprigionato e morì Celestino V, papa che "abdicò" ed è ricordato da Dante Alighieri nella Divina Commedia, il castello resterebbe una fortezza militare riadattata a palazzetto nobile, tuttora abitato dai proprietari, come ce ne sono tanti in Italia.
La "guida" pare originaria del Bangladesh ed è inadatta al ruolo. In una ventina di minuti si esaurisce tutto il giro, compresi i giardini pensili. L'odore di stantio e di polvere che si respira all'interno delle stanze quasi impone una visita veloce.
Nelle foto che seguono l'ingresso, la prigione di Celestino, una delle stanze del piano nobile e la cucina.





Giardino di Villa Emo (Monselice - PD): ingresso 8 euro. La dimora cinquecentesca (non visitabile) è attribuita a Vincenzo Scamozzi e sorge non lontano da Monselice. È circondata da un giardino all'italiana di recente concezione, sicuramente d'ispirazione antica, in realtà strutturato negli anni Sessanta. Anche qui il giro è breve e non c'è nulla di particolarmente attraente o emozionante. Se ci si impegna esce qualche bella foto.







Recentemente avrei potuto risparmiare 19,00 euro...