domenica 17 aprile 2016

Iniziano le belle giornate e quindi si va in giro...


La visita al Castello di Avio, risale alla scorsa Pasqua. È un bene del FAI dal 1977 molto particolare e suggestivo. 


Arrivarci è un'impresa titanica per 2 ragioni:
  1. passare con l'auto attraverso le stradine strettissime del borgo sottostante comporta la necessità di votarsi a qualche santo, in modo da non incontrare auto in senso contrario;
  2. la salita al castello e l'aggirarsi tra i vari ambienti impone l'uso di scarpe comode, il rischio di caduta è notevole; non consiglio la gita nelle giornate di pioggia o nebbia. 
Ci s'inerpica

Si sale

Occhio ai ciottoli!



All'interno del cortile del castello c'è una zona di proprietà privata, comprendente un giardino e un'abitazione. Fa la guardia a questa proprietà recintata un gran bel cagnone, che guarda tutti con giusta indifferenza. 

Si sale sempre con uno occhio in alto e uno a terra
 

Tutti i luoghi del FAI vanno vissuti e scoperti con calma. Si deve camminare e curiosamente entrare in ogni pertugio. Il castello è grande e pieno di locali e strutture.
La distruzione dell'edificio principale (Palazzo Baronale) si deve, un paio di secoli fa circa, ad uno dei proprietari che ha scoperchiato gli edifici per non pagare le tasse. Il FAI ha dovuto porre un tetto per salvaguardare gli affreschi presenti un po' ovunque.


La Torre, la cui scalinata è stata da me coraggiosamente affrontata e superata, presenta cicli di affreschi molto particolari. Il bacio della foto sotto riportata è  romantico e inaspettato.

Saletta ristoro, un caffè dopo un paio d'ore di salite e gradini è d'obbligo

Altro percorso per uscire e ciottoli!
 
Si legge sul sito del FAI che ai condannati a morte, destinati ad essere impiccati presso la Torre Picadora, venisse offerta un'ultima opportunità di salvarsi.
 
Le pareti della prima sala della Casa delle Guardie, anche detta “Stanza della scacchiera”, sono affrescate con una decorazione riportante delle losanghe - rombi molto allungati - scalinate al cui centro sono riportate alcune lettere gotiche. Ai condannati veniva, quindi, richiesto di comporre una frase di senso compiuto utilizzando le lettere dipinte. In caso fossere riusciti a comporre la frase, avrebbero avuto salva la vita.

Continuo a subire il fascino dei castelli...

sabato 2 aprile 2016

Sono orfana di Downton Abbey


Dal Lago di Garda



Non esiste un amore sicuro.

È vero amore quando dai a qualcuno il potere di ferirti. 
(Tom di Downton Abbey)

sabato 26 marzo 2016

Dal nizioleto alla Serra dei Giardini: una giornata a Venezia


Parto dal nizioleto per raccontare le giornate FAI di Primavera dello scorso fine settimana.
Il nizioleto (in veneziano ed in veneto in generale per niziol s'intende il lenzuolo) è un affresco che indica i nomi delle strade, dei canali, dei sotoporteghi, dei numeri civici, ecc. e consiste in un riquadro bianco (el niziol) all'interno del quale vengono riportate le scritte.

Campanile nel sagrato della Chiesa di San Giorgio dei Greci - pende molto!

La giornata FAI di sabato ha visto le intrepide Kylie e M. aggirarsi tra calli e campielli alla ricerca di Palazzo Morosini ora sede di un istituto superiore. Pregevole soprattutto la scala esterna del palazzo, definita una delle più belle di Venezia.



Il palazzo rifatto più volte non è particolarmente affascinante. Forse al tempo del Doge Morosini, con i mobili e l'atmosfera vivace e ricca di quegli anni, la struttura aveva un aspetto davvero ammaliante.


Avevo in serbo una sorpresa per la mia amica. La visita al vicino Palazzo Grimani.
Non perdetevelo! Al prezzo di 4 euro potete liberamente aggirarvi nelle stanze e fotografare (senza flash) ogni particolare.

L'ingresso è un po' nascosto
 
 
La sala della foto seguente è definita la Tribuna. Bellissima, ricca di decorazioni marmoree e con un pavimento policromo, ospitava un tempo le preziosità della famiglia, dipinti, statue, ecc. Una sorta di piccolo museo familiare.

 

I soffitti sono tutti decorati, alcuni dipinti, altri a stucco, ecc. Sono magnifici.

 
 
 

Soffitto della scalinata che porta al piano nobile
Dopo una sosta per una spettacolare tisana alla Serra dei Giardini (grazie M. per avermela fatta conoscere!) dove abbiamo scovato 2 piantine di liquirizia profumatissime, poi acquistate, possiamo riprendere la via del ritorno...
 

domenica 6 marzo 2016

Museo d'Arte Orientale


Vi suggerisco un museo da visitare gratuitamente la prima domenica di ogni mese. Si trova a Venezia ed è il Museo d'Arte Orientale Ca' Pesaro.

Nacque grazie agli oltre 30.000 pezzi acquistati dal Principe Enrico II di Borbone, conte di Bardi, durante il suo viaggio in Asia, compiuto tra il 1887 ed il 1889. 
Vi lascio alcune foto.

 
In occasione della Festa dell'8 marzo ci sarà un evento speciale dedicato alle donne.

 
Per ulteriori informazioni:
http://www.polomuseale.venezia.beniculturali.it/eventi-e-mostre/?p=6256

http://www.beniculturali.it/mibac/opencms/MiBAC/sito-MiBAC/Luogo/MibacUnif/Luoghi-della-Cultura/visualizza_asset.html?id=153001&pagename=153001

http://www.arteorientale.org/sito/home.html


domenica 7 febbraio 2016

Non ci vedo...

Cigno della laguna vicino a Caorle

Qualche anno fa il mio oculista cinicamente mi pronosticò la presbiopia, come ineluttabile conseguenza del passare degli anni per me e come statisticamente registrato per gran parte di coloro che oltrepassano una certa età.

Quella che percepii come gratuita maledizione, temo si stia realmente e drammaticamente concretizzando. E per chi, come me, già soffre di una miopia importante, da decenni camuffata con fantastiche lenti a contatto, la prospettiva di dover utilizzare gli occhiali appare come un boccone amaro che rimane sul gozzo e non riesce ad andare più giù.

venerdì 29 gennaio 2016

Taglio recente


Lungi da me accampare alcuna somiglianza con Mia Farrow (nella foto), attrice bellissima, ma ho adottato il suo taglio di capelli e mia mamma, commentandolo, mi ha detto che non sembro più sua figlia! 
Chissà che effetto strano devo averle fatto questa volta, visto che già prima di quest'operazione i miei capelli non è che fossero tanto più lunghi...

Può allora un taglio di capelli molto corto stravolgerci a tal punto l'aspetto?

domenica 24 gennaio 2016

Passeggiando su e giù per l'Italia


"Se resto fermo in un posto abbastanza a lungo la gente smette di guardarmi ed io posso camminare in mezzo a loro. La gente smette di guardarmi e allora posso farlo io."
(William Burroughs)
 

Non avrei mai pensato nella mia vita di visitare il parco tematico Italia in Miniatura, ma devo dire che si è trattato di una percorso davvero divertente e rilassante.
Di foto del parco in internet se ne trovano in quantità e quindi mi limiterò, in questo post, a mostrarvi solo quelle nelle quali i monumenti accoglievano inaspettati "ospiti".  


Li avete scovati?