mercoledì 28 maggio 2008

Ma cosa mangio?



Oggi sono tornata a casa dall'ufficio e ho pensato di controllare se era necessario avviare la lavastoviglie.

Ho aperto lo sportello e ho notato subito che conteneva solo tazze per caffè, camomilla, thè, bicchieri, posate e poco altro... niente pentole, tegami, piatti...

D'un colpo mi sono resa conto che ultimamente la fretta e gli impegni e il fare tutto di corsa mi hanno impedito di cucinare un pasto come si deve.

Ho praticamente pranzato e cenato al volo, un panino, thè coi biscotti, qualche altro potaccio che tanto bene non può farmi.

Una desolazione insomma!

Ho deciso che almeno per oggi avrei dovuto prendermi cura di me e sebbene fossero ormai le 16.30 del pomeriggio, mi sono ugualmente preparata un piatto di pasta con zucchine e gamberetti.

Poi ho avviato la lavastoviglie finalmente...

4 commenti:

  1. ciao la vita è quotidianità e la quotidianità può risultare più diabolica degli inferi a volte
    un abbraccio
    sonia

    RispondiElimina
  2. Sonia hai perfettamente ragione. Eppure a me piace prepararmi qualcosa di buono, ma il poco tempo e gli impegni mi hanno distratto.
    Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  3. Più che desolante ,ne va della tua salute..direi.

    RispondiElimina
  4. Reanto grazie della visita... in effetti è alla mia salute che ho pensato subito e sono corsa ai ripari.
    Un abbraccio

    RispondiElimina