giovedì 27 maggio 2010

Serata veneziana col people mover


Martedì sera i tre loschi figuri che sono stati a cena a Venezia - Kylie, Bosch e l'Avv. Sergio - hanno provato il brivido di utilizzare il famigerato people mover che in pochissimi minuti ti fa volare dal Tronchetto a P.le Roma.
Inaugurato in fretta e furia per questioni elettoral politiche ecc. è privo di qualsiasi cartello che indichi l'orario. Si sta lì e si aspetta.


Ad un certo punto una voce metallica in italiano (eh sì, potevano anche impostarla in veneziano visto che c'erano) biascica qualcosa, parte un suono, una specie di allarme e le porte si chiudono.
Si parte!

Con noi ci sono altri viaggiatori, stranieri, che ci chiedono informazioni.
Sugli orari, ovviamente. Qui è tutto automatizzato, non c'è un cane a cui chiedere informazioni.
In appena 3 minuti, al costo di 1 euro si arriva a destinazione.

RITORNO:
Ma a che cazzo di ora chiude sto people mover?
Perchè ce la siamo fatta a piedi, per una ventina di minuti circa in un percorso male illuminato, per arrivare nel garage dov'era l'auto e scoprire che ogni ora di parcheggio ci è costata più 3 euro.

La prossima volta in treno!

15 commenti:

  1. grazie
    vorrei stare esattamente come mi immagini tu ... eheheheh
    purtroppo è tutto un corri corri, ma eccomi qui a pensare un po' a me stessa ...

    RispondiElimina
  2. bellissimo il people mover! peccato che sia così disorganizzato (senza orari di apertura e chiusura, senza una persona, un controllore, che dia informazioni utili e senza avvisi internazionali per i turisti)!!!
    il parcheggio a 3 euro l'ora fa venire un colpo e compensa il basso costo del biglietto del people mover!!!!
    anche a me Venezia di sera sembra cupa: effettivamente diventa male illuminata. Di giorno invece è bellissima!!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Kylie buongiorno!

    Come siete tecnologici costassù...

    RispondiElimina
  4. mmmm, non sapevo dell'esistenza di quest'aggeggio!
    Ganzo!

    RispondiElimina
  5. proprio un'avventura...e le foto rendono bene, ti sarai almeno divertita con i tuoi amici, spero. Certamente treno da Mestre e motonave da P. Sabbioni sono gli accessi migliori per Venezia, ciao.

    RispondiElimina
  6. Neanche io sapevo dell'esistenza di codesto aggeggio, immagino le polemiche... Noi a Perugia ci s'ha il minimetro da tre anni, ma è meglio organizzato e tanto le polemiche si sprecano...
    Bisogna che venga a visitarlo!
    Venezia no, che la conosco a memoria.

    RispondiElimina
  7. no kylie...in treno no magari viaggia di giorno.......people mover piu' sistemato e pulito^_^
    ma sai che non sapevo che c'era da quelle parti?

    RispondiElimina
  8. Pupottina ciao cara, Venezia di sera è bellissima solo che poco valorizzata.
    In questo periodo di giorno è piena di turisti, difficile girarla con tranquillità.

    Un bacione cara

    RispondiElimina
  9. Ruz chissà quanto sarà costata quella cavolata!
    E io pago!

    Baci

    RispondiElimina
  10. Martina neppure io, a Venezia ci arrivo sempre in treno.
    Un'avventura diversa stavolta.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Aliza sì per fortuna ci siamo divertiti.
    People mover al ritorno a parte!

    Un bacione cara

    RispondiElimina
  12. Ibadeth vieni pure a fare un giretto e prova il brivido di volare sull'acqua.

    Mi sono dimenticata di scrivere che alcune scale mobili non funzionavano già...

    Baci

    RispondiElimina
  13. Monì neppure io, anche perchè le cose troppo moderne a Venezia stonano (vedi ponte di Calatrava).

    Un abbraccione

    RispondiElimina
  14. maròòòòòòòòòòòòòòòò e il mio ragazzo non mi ha detto nulla de sta figata lo crocchio!!!!!!!

    RispondiElimina