giovedì 3 febbraio 2011

La mia banca è differente



Tra le carte inutili che mi invia la mia banca in questi giorni mi è arrivato pure questo:
Documento di sintesi n. 8 del contratto di custodia ed amministrazione di titoli e strumenti finanziari (conto titoli).

Nella lettera è scritto che il Documento di sintesi è finalizzato a fornire una chiara e completa informativa sullo svolgimento del rapporto stesso...

Minchia!
Solo 17 pagine di elenchi di operazioni, date e schei!

Chiarissimo ed esaustivo.

Devo decidermi a cambiare banca.

Foto: regalo di M.

25 commenti:

  1. Vero!! Tutte le banche (poste comprese),per non parlare delle varie utenze...mandano libri di carte su carte...che anzichè chiarire a volte confondono..spesso mandano anche pubblicità ...ma se tutta questa carta (per me a volte inutile) e che spesso ti viene anche addebbitata a fine anno,venisse risparmiata quanti alberi si salverebbero?...non credo sia carta riciclata :(

    Baciotti by Pixia!!

    RispondiElimina
  2. Cambiare banca rivoluzionerà la tua vita: cambierà l'intestazione in testa alle 17 pagine di operazioni, date, schei.
    Eh, son novità da brivido.
    :D

    RispondiElimina
  3. nientemeno che 17 pagine!!
    E comunque ha ragione web runner: cambiare serve a poco

    RispondiElimina
  4. Cosi' fan tutte, e' inutile cambiare

    RispondiElimina
  5. Se l'istituto bancario gestisce per te dei titoli in un dossier titoli, deve per correttezza e trasparenza bancaria fornitene ampia documentazione esaustiva.
    Poi non leggeremo nulla, ma un'occhiatina la darei al costo dello commissioni applicate alla tranzazione in/out titoli come pure al costo della intera gestione perche è li che nei documenti di sintesi annualmente inviati, i costi (le spese) lievitano. Legittimo cambiare banca ove queste condizioni sia del tutto sfavorevoli al mercato.
    Il mio abbraccio forte Kylie
    In una giornata meravigliosa
    Maurizio

    RispondiElimina
  6. Cambiare si può e a volte si deve. Ma certo non nella speranza di evitare quelle pappardelle lì.

    Forse solo con le banche on-line si possono evitare.

    RispondiElimina
  7. nel blog che ho aperto parlo un pò di me dei viaggi delle esperienze fatte tutto qui , non sto sempre li a scrivere nooooo il blog ufficiale è libertà di parola che parla di politica e molte altre cose ovvio non so so pazza ancora ....ahahhah buona giornata almeno a te io o raffreddata e parlo col naso ciaooooooooo!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Io l'ho cambiata di recente! mi è un po' dispiaciuto, ma non essendo un'opera pia, penso che se la caveranno anche senza di me!

    RispondiElimina
  9. Il bello è che ti scrivono un giorno sì e uno no per cambiare UNILATERALMENTE le regole e succhiarti più soldi, e alle fine ti fanno pagare pure codeste comunicazioni...
    Ba-star-di!!! :D

    RispondiElimina
  10. Carissima Kylie non serve cambiare banca, solo il modo di comunicazione banca cliente.
    Io per esempio ho deciso anni fa di ricevere tutto via web, anche se il rapporto è di quelli tradizionali e classici. Morale avrò ad oggi mille e più comunicazioni via web che non ho mai letto. Che non leggerò mai. Tanto se contengono proposte di modifiche peggiorative o migliorative del rapporto, sono sempre unilaterali e mai veramente migliorative per il lato cliente. Il nostro lato è solo quello di poter cambiare banca quando lo vogliamo.
    Grazie per pensarmi una persona speciale!
    Un sorriso :-))

    RispondiElimina
  11. qhhhahaha fortunatamente la mia banca non mi scrive mai :D apparte a gennaio di ogni anno, x farmi una sintesi delle operazioni ecc ecc...ma a 17 pagine, non c'è mai arrivata!!! Kissss

    RispondiElimina
  12. Mi è capitato anche l'altro giorno dalla mia banca.Cambiare è inutile;sono tutte uguali.Salutoni a presto

    RispondiElimina
  13. la prossima volta, come requisito per cambiare banca, mi impunterò per ricevere i famosi stampati di 17 pagine in carta morbida, e magari con i forellini per staccarsi meglio

    RispondiElimina
  14. benvenuta nel club delle banche diverse, cioa Kylie

    RispondiElimina
  15. io onestamente non posso lamentarmi,la mia banca ogni tanto mi invia qualche email,ma solo per comunicazioni importanti....
    ciao carissima kylie

    RispondiElimina
  16. Magari potresti cavartela con un contratto di internet banking,dove gli estratti conto ed i doc di sintesi ti verrebbero recapitati via web,così potresti scegliere tu cosa stampare e cosa no...ovvio che questo non risolve il problema dei soldi che la banca si "frega" per mandarti tutta quella cartaccia ;D

    RispondiElimina
  17. C'é il rischio che siano più o meno tutte così sic...

    RispondiElimina
  18. 17 pagine non sono poche, e magari sono scritte col carattere così piccolo che da solo scoraggia qualsiasi lettura...
    Mi sa che son tutte uguali ste banche...
    Buona lettura e facci il riassunto :)

    RispondiElimina
  19. Solo 17 pagine per incoraggiarti alla lettura magari pensi che sia un bel romanzo :).

    Non sopporto quando prelevo il giorno del mio compleanno e ci sono gli auguri.

    RispondiElimina
  20. Stavo quasi pensando di iniziare anche io scrivere alla mia banca, con affrancatura a carico del destinatario, per comunicargli che anche io sto facendo bene il mio dovere :-)

    RispondiElimina
  21. ...sicuramente invogliano alla lettura!!!

    son contenta che a pepe sia andato tutto bene!

    RispondiElimina
  22. ahahahahaahahahh un riassuntino!!!! :D

    RispondiElimina
  23. spero che almeno tu abbia titoli in quella banca... visto che queste comunicazioni si pagano

    RispondiElimina