giovedì 31 marzo 2011

Preoccupazioni di origine nipponica



Sono un po' preoccupata per la mia vicina di casa che risiede ad Hong Kong.
In una e mail le ho esternato i miei palpiti sulla base del fatto che il terremoto e la nube radioattiva (dei giorni scorsi e sicuramente dei prossimi) sono più vicini a lei che a noi.
La sua risposta è stata:
"Qui dicono che la nube ce l'avete voi!"

Ah siamo messi bene! Ho la vaga sensazione che le cose non stiano esattamente come ce l'immaginiamo noi anche nella più catastrofica delle previsioni. Sono convinta che i Capi di Stato dei paesi più importanti siano stati informati dettagliatamente della situazione nipponica, e che minimizzino al fine di non ingenerare panico nella popolazione.
Si tratta di una mia sensazione che potrebbe derivare dalla lettura di troppi romanzi o dalla constatazione che Tokyo è una metropoli di circa 30 milioni di persone. In caso di evacuazione, dove li mettiamo?
Più comodo dire che è tutto sotto controllo o quasi. E che la nube radioattiva sta sopra l'Europa.



53 commenti:

  1. se non bloccano la fuoriuscita di radioattività nei prossimi anni ci sarà una moria di giapponesi tale che quello che è successo in Russia sarà stato uno scherzo. Mi auguro solo di sbagliarmi ma le radiazioni emesse sono troppe. La Russia che non si fida ha mandato degli aerei robot per misurare e controllare come stiano realmente le cose. Di alla tua amica che se non è necessario stare lì, se ne ritorni in Italia.

    RispondiElimina
  2. Ciao Kylie. Il sospetto è che non ci venga detta tutta la verità, come tu scrivi, per non generare ansia. Il problema esiste e i danni li potremo constatare tra un po' di tempo. buonanotte, mia cara.

    Ps: ma si può dormire con tutti sti pensieri?

    RispondiElimina
  3. @enio purtroppo è lì con marito e figlia piccola per lavoro, non credo tornerà presto.
    In ogni caso Hong Kong è relativamente vicina al Giappone, poche storie. Ed è un megalopoli che ha già problemi di inquinamento di suo.

    RispondiElimina
  4. Serenella non ce la dicono anche per gli interessi sottesi al nucleare, è sempre il solito eterno problema...
    Non è facile dormire, assolutamente no. Mi meraviglio che qualcuno pensi che si tratti di un problema lontano.

    RispondiElimina
  5. la disinformazione, o meglio, la manipolazione degli avvenimenti è prassi consolidata. La TV e i media nel loro complesso sono aaserviti, e per trovare informazioni la rete è l'alternativa, salvo saper interpretare cio che trasuda con il contagocce...come ad esempio lo sgombero immediato intimato dalle autorita Francesi poche ore dopo l'incidente. Qualcosa in merito l'avevo scritta...clicca qui un saluto

    RispondiElimina
  6. Anche se so che avevi letto, magari a qualcuno potrebbe interessare...:-P

    RispondiElimina
  7. Però c'è da considerare anche una cosa. A ogni Paese interessato potrebbe far comodo falsificare le notizie per non incrementare l'allarmismo. La Cina poi si è spesso distinta per falsificazione e censura di notizie. Quindi, direi, più fonti...

    RispondiElimina
  8. Ci vorranno decenni per chiarire dinamiche e conseguenze mondiali, accipicchia!

    RispondiElimina
  9. io quando ascolto i tg ho come l'impressione che non ci vogliano dire tutto fino in fondo, e che la situazione sia più tragica di quanto sembri!e la cosa che mi fa più paura è che credo con convinzione che la mia non sia solo un'impressione!

    RispondiElimina
  10. è tutto sotto controllo ed abbiamo pure la soluzione: basta non far ripopolare la zona contaminata per almeno un migliaio di anni ed il gioco è fatto

    RispondiElimina
  11. Mai sapremo nulla di preciso su questi tragici avvenimenti. Perché siamo meno del nulla.

    RispondiElimina
  12. Ho paura anch'io! Povera gente e poveri noi se non bloccheranno la fuoriuscita di radioattività... e ho la strana sensazione che nascondano agli altri la verità! Speriamo bene! Un abbraccio Kylie

    RispondiElimina
  13. Chi conosce esattamente il vero?

    RispondiElimina
  14. questa è una di quelle situazioni in cui non so a chi o cosa credere...

    RispondiElimina
  15. prima di ringrazio del passaggio e delle tue sagge parole non affronteranno un estate tranquilla i lampedusani e non solo anche vicino Birgi(TP) (per chi non lo sapesse) si sta verificando la stessa cosa perciò.
    -------------------------------------per la preoccupazione nipponica io ho la tua stessa sensazione, chissà perchè!!!!!!

    RispondiElimina
  16. non sapremo mai la verità...per ovvi motivi...lazzaroni!! ciao

    RispondiElimina
  17. ciao Kylie
    speriamo che riescano a contenerla ...
    è un pericolo che nemmeno i capi di stato sanno come contenere... le emergenze, le catastrofi sono cose che non credo ci sia nessun umano in grado di controllare

    RispondiElimina
  18. pensare che la nube radioattiva stia già sopra le nostre teste non è poi così fantascientifico, anche se sicuramente il governo giapponese sta minimizzando moltissimo su quello che succede a Fukishima...e ancora qualcuno insiste che il nucleare è sicuro

    RispondiElimina
  19. per sapere cosa accade là io seguo questo signore ivi residente: http://www.butta.org/
    è un po' più vicino di Hong Kong.
    Ciao Kylie.

    RispondiElimina
  20. mi sa che stanno dicendo un sacco di bugie!!

    RispondiElimina
  21. O mamma. A parte che la mia conoscenza della geografia è tale che non sapevo che Hong Kong fosse vicino al Giappone; ma poi... le balle che raccontano i governi! Già... ma quali sono quelli che raccontano balle?
    Boh.

    RispondiElimina
  22. Forse non avremo quella nube ma abbiamo le nostre brave scorie comunque
    http://www.youtube.com/watch?v=qqQ0IqHrzII

    RispondiElimina
  23. Gli isotopi radioattivi Iodio 131 e Cesio 137 sono gia da noi, anche se in quantita marginali, trasportate dal vento; l'ISPRA nonostante il monitoraggio continuo rassicura che non vi è alcun allarme attuale in italia adesso. Alla stessa stregua Hong Kong. Conosco "City of Life" e posso affermare senza ombra di dubbio che le autorità hanno immediatamente dato comunicazione dell' "Extremely low levels" di radioattività. La preoccupazione tangibile è posta sulle note di agenzia di oggi che indicano un aumento delle radiazioni superiore a Tokio. (http://www.businessweek.com/news/2011-04-01/hong-kong-radiation-exceeds-tokyo-even-after-nuclear-crisis.html). Senza allarmiosmi questa è la realta oggi ad Hong Kong. Anche io ho parte del mio cuore li. Il mio abbraccio fortissimo per te. Buon Venerdi Kylie.
    Maurizio

    RispondiElimina
  24. ciao Kylie
    ^______________^

    buon weekend

    RispondiElimina
  25. La verità è peggiore di quella che dicono le varie televisioni.Saluti a presto

    RispondiElimina
  26. c'è un pesce per teeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee e x gli altri se vogliono!!!!!

    RispondiElimina
  27. Fai bene ad essere preoccupata ... secondo me non la raccontano giusta e cercano sistemi di disttrazione di massa.

    RispondiElimina
  28. Mark io sono preoccupata davvero. E se la guerra in Libia fosse solo un diversivo?

    Bacio

    RispondiElimina
  29. Carolina non dimentichiamo proprio che Hong Kong è cinese, anche se un po' scostato dalle tristi vicende di quel paese. Adesso però ne pagherà le conseguenze.

    Bacio

    RispondiElimina
  30. Sara persino su Chernobyl non è ancora stato detto tutto...

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  31. Sospesanelviola più che un'impressione è una certezza. La realtà è sempre edulcorata, soprattutto in questi casi.

    Un abbraccione

    RispondiElimina
  32. Ruz a me fanno davvero pena i contadini che hanno mostrato in tv. Come se per colpa di Marghera mi sradicassero dalla mia vita e dalla mia casa. Un incubo.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  33. Cosimo in un certo senso sì. Contiamo solo nell'urna.

    Bacio

    RispondiElimina
  34. Marifra79 la situazione è davvero difficile e non ce la raccontano giusta. Che ne sarà del nostro futuro?

    Baci

    RispondiElimina
  35. Stella purtroppo noi saremo gli ultimi se mai ci diranno qualcosa...

    Un bacio

    RispondiElimina
  36. Darjo purtroppo non c'è risposta per le nostre domande, se non censurata.

    Un bacino

    RispondiElimina
  37. Marianna leggevo ieri una bella analisi su quanto contiamo poco sul versante della politica estera. Ci usano perchè geograficamente strategici e poi ci lasciano fuori dalle decisioni importanti. Pesa l'incapacità di chi ci rappresenta e la nostra immagine all'estero.
    Purtroppo.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  38. Aliza come sempre purtroppo!

    Un abbraccio forte cara

    RispondiElimina
  39. Pupottina comprendo l'incapacità umana di affrontare le emergenze, ma preferirei più trasparenza.

    Un bacione cara

    RispondiElimina
  40. Hobina03 se mi trovo davanti uno che dice che il nucleare è sicuro lo prendo a calci in culo da qui al Giappone.

    Un bacione

    RispondiElimina
  41. Insight grazie per l'informazione, andrò a curiosare anch'io da lui.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  42. Federica tante persone purtroppo ci credono... Beata ignoranza!

    Un abbraccione cara

    RispondiElimina
  43. Ibadeth è una domanda difficile... Incrociamo le dita dai, e speriamo di resistere su questa terra il più a lungo possibile.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  44. Bblogger infatti, lo nostre scorie dove sono finite?

    Un abbraccione

    RispondiElimina
  45. Maurizio la mi vicina è mia coetanea e so che le è pesato molto trasferirsi lì. Ma un matrimonio a distanza con una figlia piccola è impensabile.

    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  46. Cavaliere purtroppo è così. Dobbiamo solo sperare che ce ne capitino il meno possibile di disgrazie.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  47. Giardigno65 siamo messi malissimo!

    Un bacione

    RispondiElimina
  48. Marianna ieri ho dovuto farle tutte pur di schivare un pesce in ufficio!

    Bacio

    RispondiElimina
  49. Alligatore a me pare che ci credano dei poveretti a cui raccontare la storia dell'orso...

    Un abbraccione

    RispondiElimina
  50. ciao
    la verità purtroppo non viene detta.
    Il problema c'è ed è molto grave.

    RispondiElimina