martedì 6 dicembre 2011

Viaggi scomodi


Mi è capitato ieri di essere in auto con una collega ed il suo compagno, entrambi di una certa età.
Mentre parlavano, forse dimenticandosi di me nel sedile posteriore, lui ha iniziato a darle dell'imbambolata perché non comprendeva una sua spiegazione (con qualche parolaccia qua e là).
Considerato che la collega è un mio superiore, mi sono sentita più che mai imbarazzata. A mio avviso il compagno avrebbe dovuto misurare le parole perché in presenza di un'estranea e soprattutto perché alla propria donna non ci si rivolge in questo modo.
Se il mio compagno si rivolgesse così a me, in quello o in altri contesti, sarebbe investito da una gragnuola di calci ben assestati.

Ma non ci si può parlare senza irritarsi?

Lo si avverte ovunque. Al supermercato, in giro per negozi, al ristorante... tutti a dirsi cose che potrebbero essere risparmiate, ad arrabbiarsi, a puntualizzare ogni particolare. Ma che è tutto sto nervosismo?
Non si potrebbe provare un po' a stare tranquilli e a ragionare prima di esprimersi?


32 commenti:

  1. Quello che mi colpisce di più non è il nervosismo di coppia, bensì queste mamme isteriche che si accaniscono contro i loro figli. E guarda che io non sopporto i bimbi, ma i genitori son peggio!

    RispondiElimina
  2. A me imbarazza molto quando vedo i bambini che trattano male i genitori!

    RispondiElimina
  3. si anch'io sono nervosa...a volte mi devo scusare per aver perso la calma.
    Ti confesso che l'anno scorso qualche giorno prima di Natale, l'amministratore (e condomino) del nostro condominio è venuto a farci gli auguri. Io quando me lo sono visto davanti ho dovuto scusarmi per il tono e le parole che ho usato durante l'assemblea...quanto vorrei saper usare un po' di diplomazia. Giusto quello che basta per dire le cose con distaccata eleganza, all'inglese insomma. Basta con quest'anima mediterranea che a volte mi fà sembrare un vulcano prossimo ad un'eruzione. Baci

    RispondiElimina
  4. Lunga alcuni bambini sono terribili e io penso sempre "perchè non li lasciano a casa?"

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Sara ce ne sono davvero tanti che lo fanno e i genitori stanno zitti. Ma sarà normale?

    Un bacione

    RispondiElimina
  6. Aliza nelle assemblee condominiali dò il meglio di me pure io, ma non ci sono mica alternative!
    Dobbiamo godere delle cose che abbiamo e delle persone che abbiamo vicino.

    Un abbraccione cara

    RispondiElimina
  7. Isabel a volte è bene fermarsi e calmarsi un po'.

    Bacio

    RispondiElimina
  8. Certamente i calci ben assestati non piacciono a nessuno però.. quando ci vogliono..ci vogliono
    Concordo.
    Un abbraccio
    Maurizio

    RispondiElimina
  9. Ciao Kyle !!
    io al tuo posto avrei fatto notare la mia presenza..forze li calmava un pò...mi succedeva quando ero in macchina con mio fratello e la sua ragazza (attuale moglie) :).
    Riguardo ai bambini io sarei indecisa se lasciare a casa i bimbi o i genitori eheheh!!....io comunque non perdo facilmente la pazienza (difetto o pregio?) ...ma quando succede ......hai presente hulk? ...bè non divento verde ma poco ci manca....forse perchè son fin troppo paziente che quando mi succede di sbottare ci vuole l'esorcista eheheheh!! .....comunque consiglio di non sprecar tempo an inquietarsi; Non serve a nulla!!

    Baciotti by Pixia!! :)

    RispondiElimina
  10. Stress e isterismi vari si propagano come un virus, forse è questa la prova da superare, la nostra giungla al quale sopravvivere...la prossima volta digli quel che pensi, io lo sto facendo ed è per questo che spesso sono nei "guai", perchè non sono loro che sbagliano, ma sono io in errore che lo faccio notare.

    RispondiElimina
  11. Purtroppo a volte capita che nella foga del discorso ci si dimentichi del luogo in cui ci si trova.. non è elegante ne educato ma a volte capita.
    A me è capitato a Barcellona, ero con alcune persone che si sono messa a litigare in mezzo alla Rambla.. che figura!
    Mai vergognata tanto in vita mia!
    A presto...Sibilla

    RispondiElimina
  12. NO! Assolutamente no. Non sono cose che si possano tollerare. E non è, a mio avviso, nemmeno una questione di rabbia o nervosismo. Dare dell'imbambolato a qualcuno è prima di ogni altra cosa maleducazione. La rabbia magari è il canale tramite il quale la maleducazione poi trova la maniera di manifestarsi... Se non ci fosse come base la maleducazione ma il rispetto, la rabbia troverebbe altre parole. Si esprimerebbe sempre con quella sua esplosione ma garantirebbe la sopravvivenza dell'interlocutore. Invece così...
    buona giornata
    :-)

    RispondiElimina
  13. Certe scene sono veramente imbarazzanti...Ma i protagonisti non se ne rendono quasi mai conto...Perchè per loro è la normalità...

    RispondiElimina
  14. se il compagno non misura le parole forse sarebbe meglio scegliersene un altro migliore o stare sola....
    non vale la pena di condividere la vita con un nervoso...
    è vero ci si innervosisce per niente...
    siamo un po' troppo stressati tutti, ma di solito davanti ad estranei ci si controlla un po' di più ... almeno si dovrebbe

    RispondiElimina
  15. Veramente pessimo, tra compagni di vita il rispetto dovrebbe essere scolpito nella pietra ed a maggior ragione in pubblico.
    Sul rapporto genitori-bambini... si vede di tutto, tanto che quando ne sono testimone faccio spallucce e mi giro dall'altra parte.

    RispondiElimina
  16. le parole fanno più male dei calci ...ma a parte questo sia le mani che le parole sarebbe bene tenerle a freno ....l'indifferenza è l'arma migliore e se combatti con queste persone con calci ti abbassi di più del loro livello ...

    RispondiElimina
  17. E' solo maleducazione condita con
    arroganza. La mancanza di rispetto è da bandire assolutamente.
    Una coppia è quanto tale, se il rispetto è reciproco,se così non è,inutile stare insieme, meglio single.
    Ciao,buona giornata.

    RispondiElimina
  18. no, certi comportamenti sono ingiustificabili

    RispondiElimina
  19. La calma è la virtù dei forti; salutoni a presto.

    RispondiElimina
  20. Io e il mio ragazzo ci siamo ritrovati in una situazione simile questa estate. Eravamo in un ristorante con una coppia di amici e la serata è degenerata verso la fine quando si sono messi a discutere animatamente tra loro per un futile motivo. Volavano insulti e parolacce.
    Discutere in coppia è lecito, per carità. Anzi, anche necessario ogni tanto, ma c'è discussione e discussione.
    Le offese e le parolacce si possono evitare. Ma soprattutto, se proprio uno non ne riesce a fare a meno, che lo faccia in casa propria!

    RispondiElimina
  21. Anche io mi sarei imbarazzata. Credo che il suo compagno manchi di tatto. Già è brutto, in generale, rivolgersi a qualcuno con toni poco cortesi... In questo caso credo sia stato ancora peggio.
    Mah!

    RispondiElimina
  22. Povera, immagino che imbarazzo!!!O_O
    Cmq secondo me nervosismo o no è la mancanza di rispetto per le altre persone che manca, si può pure discutere evitando di insultare e parlare sopra agli altri,no?
    Un bacio!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.com

    RispondiElimina
  23. Sono sempre situazioni spiacevoli ed imbarazzanti.
    Certe osservazioni vanno fatte in privato, di fronte ad altri sono solo di cattivo gusto.

    Baci

    RispondiElimina
  24. eeeeh, ne ho sentite di peggiori :D

    RispondiElimina
  25. si vede che stando seduti la tua amica non poteva assestare calci... i pugni li avra' assestati dopo, stanne certa!altrimenti è una Santa.

    RispondiElimina
  26. Condivido il tuo punto di vista..Viviamo in una societa'..nevrotica..Anche per dire ti amo..bisogna urlare..
    Gio'
    http://remenberphoto.blogspot.com/

    RispondiElimina
  27. purtroppo si è sempre più irritati e nervosi, in tutto, e tutti se la prendono con tutti.
    non che i motivi non ci siano eh, stiamo passando un periodo difficile, però bisognerebbe fermarsi un pò, respirare e capire che il nervosismo non è mai la soluzione, ma soltanto un problema in più.
    un bacio
    M.

    RispondiElimina
  28. Però non so se sia meglio il silenzio, a volte produce più equivoci e fraintendimenti, ovviamente solo quando è il caso, e mai in certe circostanze in cui il buon senso dovrebbe imporre l'autocontrollo

    RispondiElimina
  29. E' molto imbarazzante, ma quelli imbarazzati dovrebbero essere loro, che utilizzano questo linguaggio. Conosco una persona che era proprio cosi, poi è venuta a mancare la sua metà, per cosi dire, e si è reso conto di tutto. Darebbe qualsiasi cosa per tornare indietro e trattare sua moglie in modo diverso. Ma perchè ci si accorge sempre troppo tardi di queste cose??

    RispondiElimina
  30. che si vivrebbe pure meglio!

    RispondiElimina
  31. io sono un'isterica di prima categoria, proprio qualche giorno fa parlando con i miei tentavo di spiegargli che probabilmente io faccio parte di quella generazione che invece di star a parlare tanto risolve le cose in pochi caratteri... che non sarà fine nè educato ma a me non c'è niente che mi rilassi come un bel Vaffanculo.

    RispondiElimina