domenica 22 gennaio 2012

Rimembranze


Non so che mi è preso oggi, mi sono sembrata una vecchietta che pensa agli avvenimenti del passato. Confusamente e senza un perché.
Mi è tornato in mente un tempo in cui gli amori si vivevano senza internet e senza cellulari. Quando si andava nelle vecchie cabine telefoniche a chiamare qualcuno conosciuto in discoteca la domenica pomeriggio... Ovviamente in compagnia delle amiche del cuore che ridacchiavano in sottofondo...
Tutto un pensare e ripensare dietro ad una frase, uno sguardo, un tono di voce. Giorni e giorni di rimuginamenti tra ragazze. Adesso in pochi secondi ottieni una risposta.
La mia non è nostalgia. Assolutamente no. Se non si fosse evoluta la tecnologia le mie storie a distanza non esisterebbero e non esisterebbe questo blog e molto altro ancora. Ma che mi sarà preso oggi?


Foto: Comune di Saludecio (Rimini) - murales

68 commenti:

  1. ogni tempo ha il suo fascino... e i suoi pregi ed i suoi difetti...

    e magari arrivassero sempre immediatamente le risposte XD

    RispondiElimina
  2. Io chiamavo dal telefono pubblico del bar. con le duecento lire :)

    RispondiElimina
  3. però che bei momenti :) apprezzo la tecnologia ma non rimpiango quando certi mezzi non c'erano, era meno immediato e molto più poetico

    RispondiElimina
  4. Kylie...capita spesso anche a me. Resteremo sempre delle ragazze degli anni'80.

    RispondiElimina
  5. Capita spesso un poco a tutti, anzi nel ricordare il passato sembra tutto più bello... :)

    RispondiElimina
  6. capitano a tutti giornate così :)

    RispondiElimina
  7. Se penso a come si vivevano i rapporti una volta e a come si vivono ora... penso ancora, ma come faranno i ragazzi di oggi a immaginarsi il nostro ieri? Le cose difficili fanno sempre crescere. Ma oggi non è detto che non siano comunque difficili... insomma è tutto diverso ma forse è anche bello per questo :)

    RispondiElimina
  8. i pensieri di una domenica d'inverno forse? baci

    RispondiElimina
  9. Federica in ogni caso quando non arrivano subito le risposte ci si arrabbia adesso come allora!

    Bacio

    RispondiElimina
  10. QueenofCarrotFlowers certo cara, anch'io e le mie amiche facevamo così. Che ridere!

    Un bacione

    RispondiElimina
  11. Queen B ♛ si fantasticava molto di più. Uno sguardo aveva molti significati. E a distanza di tempo rischiavi di scoprire che non era quello che desideravi tu.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Sara ci siamo divertite davvero molto da queste parte, accontentandoci di quello che avevamo. Bei tempi!

    UN bacione cara

    RispondiElimina
  13. max forse ci siamo lasciati da parte i ricordi meno belli e questo rende tutto più dolce.

    Bacio

    RispondiElimina
  14. Isabel sì sto invecchiando a mio avviso. Preparati!

    Bacio

    RispondiElimina
  15. Valentina credo fatichino ad immaginarselo. Le cose erano un po' più semplici. Di certo c'era più rispetto ed educazione verso il prossimo.

    Baci

    RispondiElimina
  16. Aliza stavo scrivendo un articolo sulle pensioni ieri. Deve avermi influenzato!

    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  17. la tecnologia è un passo avanti certo ...ma il vivere come il passato ..soprattutto in amore è più bello ...perchè visuto direttamente e sulla pelle ....ancche qui è cosi ma c'è sempre quel velo ...quel distacco che il pc in qualche modo ti mette davanti .....dolce inizio settimana...

    RispondiElimina
  18. Io Che...le mie domande e le risposte le affidavo ad un biglietto lasciato cadere da un banco di scuola

    RispondiElimina
  19. noi tendiamo a ricordare solo le cose belle del passato per fortuna... si conosceva e si amava intensamente anche allora!

    RispondiElimina
  20. Semplice nostalgia, che c'è di male? :)biona settimana!!!!ciao

    RispondiElimina
  21. Sarà che si era più giovani...

    RispondiElimina
  22. Io mi sono convertita tardi alla tecnologia ma ora ne sono dipendente! :-P però ha i suoi contro ed è normale pensarci ogni tanto!

    RispondiElimina
  23. Ma stai parlando di anni luce fa... :))

    RispondiElimina
  24. io sono innamorato delle tecnologia, inoltre ho solo 24 anni e nella mia cittadina l'era "non tecnologica" l'ho vissuta solo da bambino e, per citare Samuele Bersani, ricordo comunque con estremo piacere e un po' di nostalgia "quando si giocava tra le 127".

    RispondiElimina
  25. Penso che bisognerebbe preservare tutti i due modi di stare insieme. Due modi tanto differenti, ma necessari.
    Un abbraccio, Giulia

    RispondiElimina
  26. almeno non si poteva lasciare una persona con un sms! :-(

    RispondiElimina
  27. Ciao Kylie, anch'io ricordo le cabine per telefonare, ma, lungi dalla nostalgia, mi viene in mente che mi sembravano sempre così sporche:(
    Non vorrei guastare la tua nostalgia, dolcissima fra l''altro, ma quanto più comodo un cellulare o un computer per comunicare!!!
    Certo che, leggendo il commento di Auryn, non posso che darle ragione...
    Un abbraccio, Kylie e buon lunedì,
    Lara

    RispondiElimina
  28. diciamo che adesso la tecnologia viene incontro ai timidi e agli insicuri mentre anni fa invece bisognava prendere il coraggio a due mani e comporre il numero o aspettare per ore che squillasse il telefono incollati alla parete; oggi basta un bip e sai tutto di tutti, è sicuramente meno poetico

    RispondiElimina
  29. Succede, c'era un pizzico d magica attesa nelle cabine telefoniche quasi estinte, del resto la tecnologia avanza, mi vien da ridere perchè adesso se si sbircia (per caso) sul cell. del moroso potrebbero esserci sorprese, è successo ad un'amica di mio figlio appena sposata, lui si scriveva con la ex:-( adesso sono felicemente divorziati ed accasati con nuovi patner..Baci

    RispondiElimina
  30. partner, conosco pochi vocaboli e li sbaglio pure:-))

    RispondiElimina
  31. Ogni tanto un pò di nostalgia prende.
    Salutoni e buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
  32. Me lo chiedo anche io ed era molto difficile mantenere vivo e sano un rapporto a distanza senza il web e la possibilità odierna di comunicare meglio.

    RispondiElimina
  33. L'attesa dava più valore a ciò che si aspettava... Ma, come dici tu, anche i mezzi attuali possono dare quel pizzico di magia in più alle comunicazioni, se lo desideriamo...
    A presto cara!

    RispondiElimina
  34. Penso che tu abbia ragione!
    Però mi hai fatto ricordare a quando da piccolina il telefono di casa era davvero fisso, nel senso che stava proprio fisso sul mobile(il filo era corto!!). Tutti sentivano tutto! Alla faccia della privacy!! Ora mi sembrerebbe impossibile vivere senza sms o cell!!!
    Un bacione! :)

    RispondiElimina
  35. Secondo me sono cambiati solo i mezzi, ma in sostanza credo che i comportamenti siano sempre più o meno sempre gli stessi...
    Cellulare o no penso che tutte fantasticavamo sul ragazzo per cui avevamo una cotta che non sapevi se chiamare o no, e abbiamo trascorso pomeriggi interi con le amiche a discuterne !
    Un bacio!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.com

    RispondiElimina
  36. Viaggiavo con le tasche piene di monetine! Benedette le tessere, quando arrivarono!!

    RispondiElimina
  37. foreverme per i nostri tempi ci siamo divertiti a sufficienza. Adesso sono felice della tecnologia, è un aiuto importante per tutto, anche per le relazioni.

    Baci

    RispondiElimina
  38. Giuliano i bigliettini! Che romanticheria. Anche noi ne abbiamo lasciato qualcuno in giro...

    Bacio

    RispondiElimina
  39. nonno enio sì mi sembra che i miei ricordi si concentrino solo sulle cose migliori. Per fortuna.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  40. Angelo azzurro è stato un ricordo particolare, senza patemi fortunatamente.

    Buona settimana a te!

    RispondiElimina
  41. Gianna ci si divertiva con poco...

    Un bacione

    RispondiElimina
  42. Lunga io non sono proprio così dipendente, anzi sono più indietro di altri e non me ne dispiaccio.

    Bacio

    RispondiElimina
  43. jocker non ho mica più 20 anni sai!

    Baci

    RispondiElimina
  44. Darjo pensa che il primo corso di informatica l'ho fatto all'università poco prima della laurea e che erano tutti eccitati per l'arrivo dei primi pc con i mouse.

    Un bacino

    RispondiElimina
  45. giulia le mie storie sono sempre molto intense, poco si combinano con la tecnologia anche se senza non potrebbero esistere.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  46. Auryn cosa che è molto più diffusa di quello che si pensa.Che tristezza.

    Un bacione

    RispondiElimina
  47. Lara erano sporche e vissute quelle cabine. Auryn ha ragione, in qualche modo adesso i sentimenti sono vissuti con maggior distacco e minor presenza fisica. Purtroppo.

    Bacio

    RispondiElimina
  48. Hob03 quante risate nelle attese delle risposte e quanti palpiti adolescenziali!

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  49. riri quella sì che è una sorpresa che non vorrei vivere. Eppure ci viene voglia di conservare i messaggi che ci colpiscono di più, lo faccio anch'io.

    Bacio

    RispondiElimina
  50. Cavaliere oscuro del web ci fa bene che dici?
    Buon inizio di settimana a te.

    Un bacione

    RispondiElimina
  51. Carolina Venturini io avrei avuto delle serie difficoltà per esempio con il mio uomo in Puglia...

    Baci

    RispondiElimina
  52. Michela dobbiamo trovare il giusto equilibrio tra tecnologia e sentimenti.

    Un abbraccione

    RispondiElimina
  53. Dona Flor io ricordo lunghe telefonate con mia mamma che spiava e che mi diceva di smettere! Che storie!

    Un bacione cara

    RispondiElimina
  54. S siamo tutte delle inguaribili romanticone! E le amiche sono sempre delle splendide complici in tutte le epoche.

    Bacio

    RispondiElimina
  55. Irony io ho usato persino i gettoni! Da non credere...

    Baci

    RispondiElimina
  56. Ciao, questa riflessione sarà nostalgica ma la sento anche mia.. Durante uno dei viaggi in Inghilterra, per telefonare al mio ragazzo di allora, ho sperperato una fortuna nelle belle cabine rosse. Ma che emozione! Ciao.....

    RispondiElimina
  57. anche a me, a volte, vengono questi momenti. tutto normale

    http://nonsidicepiacere.blogspot.com/

    RispondiElimina
  58. ahhh cara, oggi dev'essere il tempo che crea questi "disguidi".
    BUONA giornata!!!

    RispondiElimina
  59. A volte anch'io penso a quei tempi... io rimanevo a casa per aspettare le telefonate... :-)

    RispondiElimina
  60. "Le tue storie a distanza"?
    Ma io sono moooooooooooooolto distante!!!

    RispondiElimina
  61. Ci sono giorni che non sentono nè se nè ma... è solo cuore e nostalgia :)

    RispondiElimina
  62. il passo del gambero malinconico è propedeutico a grandissimo balzo in avanti...

    RispondiElimina
  63. un po' di nostalgia che fa da vaccino

    RispondiElimina
  64. Il cellulare , per me, equivale a comodità e niente più.
    Internet e le mails e la chat e il blog e i commenti fatti e ricevuti, sono musica.
    Cristiana

    RispondiElimina
  65. I tempi cambiamo le idee restano i ricordi pure, però erano belli quei tempi; sicuramente sinceri misurando il tempo aspettando l'ora.. adesso si fa tutto di corsa anche se non siamo noi a correre. Buon mercoledì Kylie
    Il mio abbraccio
    Maurizio

    RispondiElimina
  66. Anche a me capita di inoltrarmi nel passato di cabine telefoniche e attese trepidanti!A presto...Sibilla

    RispondiElimina
  67. però bisogna pensare anche che grazie alla tecnologia molte storie finiscono prima ... anche perché è più facile trovare un nuovo amore ;-)

    RispondiElimina
  68. Io penso spesso a come sono cambiate le cose, in tutti i campi, negli ultimi 20-30 anni... e sono felice di aver vissuto sia i tempi del diario personale, delle telefonate dalle cabine telefoniche e delle lettere scritte con la penna, sia questi qui del blog, del cellulare e dei social network...

    RispondiElimina