martedì 27 marzo 2012

Anche questa è Italia


Pare che la Regione Umbria abbia più o meno 1.100 dipendenti...
Ma di questi circa:
- 70 sono dirigenti
- 250 sono posizioni organizzative
- 350 sono incaricati di specifiche responsabilità

Questa la struttura piramidale. A fare il conto della serva, resterebbero circa 430 sfigati, ossia dipendenti cui non è stato conferito un incarico di direzione o responsabilità e quindi un compenso aggiuntivo.
Quindi in media ciascun dirigente ha la direzione di un settore di 15,71 dipendenti, ma a sua volta è coadiuvato da 3,57 incaricati di posizione organizzativa che gestiscono quindi 12,14 persone cioè 3 a testa. Almeno uno di questi 3 ha un incarico per specifiche responsabilità (per procedimenti particolarmente complessi, gestione di risorse, gestione di personale al di là del semplice coordinamento o incarichi del genere).

Ma, detto fra noi, chi cacchio lavora là se tutti o quasi comandano?
In altri termini, se tutti comandano, che cacchio c'è da fare?
Ma chi di noi è mai andato negli uffici regionali per qualcosa che lo riguardava? Non hanno nemmeno pubblico, sportelli, cittadini che protestano come nei Comuni.

Non che in Regione Veneto lavorino troppo, per carità. Anzi, guarda caso quelli che conosco e che lavorano là non sanno come far passare il tempo. E non racconto di quelli che lavorano in Prefettura, vi risparmio.


22 commenti:

  1. è uguale qui ....ma il posto pubblico è cosi ....per quello molti aspirano al posto pubblico ...quando si ha il posto ..poi chi se ne frega ....buona giornata kylie ..un sorriso un pò arrabbiato dopo il tuo post .....

    RispondiElimina
  2. iO VIVO IN UMBRI A ORVIETO...ma non sono fra chi comanda...sono fra chi crepa di fame.. :(

    RispondiElimina
  3. La tendenza è creare dirigenti perchè più facilmente controllabili dall'alto.

    RispondiElimina
  4. Qui si vede che c è libertà! io direi quasi esagerata.
    Ciao Kylie, e buona giornata.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. non sapevo che nelle regioni ci fossero tante persone con stipendi altissimi... ecco forse un altro motivo del perchè l'Italia va in malora.

    RispondiElimina
  6. Io vivo a Perugia, e debbo dire che, pur condividendo in toto quello che dici, la Regione funziona bene.
    Certo, ho sempre stigmatizzato gli elevati stipendi che si beccano, perché fanno più o meno quello che faccio io.
    Ma c'è da dire che per lo meno qualcosa fanno...

    RispondiElimina
  7. ah, cara Kylie, quando ero pischella lavoravo in comune (un co qualcosa, non ricordo): la mia responsabile era dirigente dell'urp e veniva al lavoro due gg a settimana. Quello che hai scritto nel tuo post non m'ha sorpreso neanche per un secondo.

    RispondiElimina
  8. che cacchio c'è da fare? ritirare lo stipendio, per esempio... :)

    RispondiElimina
  9. "sospetto" siano lì per meriti politici...cara Kylie vorrei far leggere il tuo post a mio cognato, talmente è preciso e dettagliato, ma temo per le sue coronarie...baci!!

    RispondiElimina
  10. ma pensa, ho un amico che lavora nel settore pubblico in una città del triveneto, quando gli chiedo cosa fa il giorno in ufficio per 1300 euro al mese, 6 ore al giorno mi dice, ridendo: niente! Meno male che c'è internet, sennò mi annoierei!

    Però i privati in veneto lavorano moltissimo, diciamo che compensano alla grande, no?

    RispondiElimina
  11. Beh, secondo me i restanti 430 al lavoro non ci vanno nemmeno.
    Nel 2004 ho lavorato per un anno in provincia. Era appena stato attuatom il passaggio delle ex strade statali.
    Un operaio della provincia guadagnava circa 1.300 euro al mese. Un operaio dell'ex ANAS, con le stesse mansioni, guadagnava circa 2.000 euro al mese.
    Se è vero che il pesce puzza dalla testa, bisogna andare a rovistare èrima di tutto nei ministeri e enti collegati, secondo me...
    Ciao

    RispondiElimina
  12. ma... infatti secondo me.... l'Umbria.... è un pò come tutte le regioni......

    RispondiElimina
  13. Ne ho parlato anche io da me, in vari post. Che dire? Condivido il pensiero degli altri

    RispondiElimina
  14. in veneto c'è Tosi, grande cacciatore... ha sparato ad un altro sfigato frustrato doppiettista ed ha proibito i manifesti anticaccia... perchè troppo "cruenti"...

    eh... lavorano in veneto visto come "lavorano" !!

    RispondiElimina
  15. bella domanda!!!
    se tutti dirigono, poveretti quei pochi che lavorano e devono seguire gli ordini dei tanti che comandano, impartiscono ordini, ma in contreto non fanno niente O_O

    RispondiElimina
  16. soprattutto questa è Italia :D

    RispondiElimina
  17. Quella frase pronunciata da un "solerte" ufficiale della marina, indicano la pochezza proprio di chi le ha pronunciate. Lui che era addetto a controllare o far controllare le rotte di ogni nave o barchetta che fosse, anche in pieno buio. Insomma un altro rubastipendio (e che stipendio e chefutura indennità di fine rapporto, e che futuri privilegi pensionistici e non vita natural durante) e ruba prima pagina. Perchè chi altri, non se lui stesso ha venduto quei colloqui al telefono.

    RispondiElimina
  18. Ieri ho letto l'articolo delle pressioni politiche all'Ikea per le assunzioni di familiari e conoscenti, figuriamoci nel pubblico.
    Serena notte.

    RispondiElimina
  19. Hai proprio ragione...purtroppo...

    RispondiElimina
  20. Non sarebbe male saperlo..credo che siamo tutti sulla stessa barca in cui affondare è impossibile senza mare.
    Dolce serata KYlie.
    Un abbraccio
    Maurizio

    RispondiElimina
  21. Chi comanda??? 2000 onerovoli e senatori con commissioni e sottocommissioni, giunte regionali e provinciali con i loro governatori, giunte, assessori, commissioni e sottocommissioni; Sindaci e assessori con le loro giunte, assess.. commiss.. e sottocomm.., nelle città più grandi circoscrizioni con loro sindaci e assessori ecc... Poi anche un poco di Europa con i consiglieri Europei ed infine il pezzo forte " I manager di stato"... Se ho dimenticato qualcosa ditelo.....

    RispondiElimina