mercoledì 11 aprile 2012

Non aggiungo altro


Signora Madre, è notte fonda, mi sono alzata e sono venuta qui a scrivervi. Tanto per cambiare, anche questa notte l'angoscia mi ha presa d'assalto. Ormai è una bestia che conosco bene, so come devo fare per non soccombere. Sono diventata un'esperta della mia disperazione.
Io sono la mia malattia e la mia cura.

Incipit di Stabat Mater di Tiziano Scarpa



Foto: Santuario della Madonna di San Luca - Bologna

26 commenti:

  1. Quante volte ho scalato il portico di San Luca... si dice che in cima si trovi la redenzione dei peccati. Magari anche la redenzione dal nostro dolore.

    RispondiElimina
  2. Grande scrittore, Tiziano Scarpa.
    L'ho scoperto da poco, ma mi ha colpito subito l'eleganza della sua scrittura.
    Ciao Kylie, grazie e buona giornata!
    Lara

    RispondiElimina
  3. "io sono la mia malattia e la mia cura"
    quanto mi riconosco in queste preziose parole...
    I nostri pensieri, i nostri sentimenti creano la nostra vita.
    Un abbraccio forte,forte!

    RispondiElimina
  4. meravigliose parole, ti abbraccio!

    RispondiElimina
  5. Con queste belle parole cara Kylie, ti auguro una buona giornata abbracciandoti fortemente.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Capisco...e esco in silenzio, lasciandoti un bacio sincero
    Lilly

    RispondiElimina
  7. Non disperare.. che il mio sorriso come un raggio di sole possa donare quel pò di felicità che ti fa sognare, so che è poco Kylie ma tutto cio che posso fare..
    (per la pioggia ho parlato con il mio Socio di Maggioranza..non mi ha ricevuto neppure!!)La pazienza fa l'uomo saggio..ma Lui mi ascolta sempre.
    Buon Lavoro.
    il mio abbraccio
    Maurizio

    RispondiElimina
  8. Brutta bestia la depressione...

    Un caro abbraccio.

    RispondiElimina
  9. una citazione molto particolare. questo libro nno l'ho letto ma sembra parlare di esperienze e di periodi di ansia e preoccupazioni che tutti prima o poi ci troviamo a dover affrontare...
    però dice bene che siamo sia la malattia sia la cura...

    RispondiElimina
  10. bella citazione, molto profonda e vera

    RispondiElimina
  11. "Io sono la mia malattia e la mia cura"... niente di più vero!

    RispondiElimina
  12. sono parole che nella loro semplicità esprimono una profondità emozionante.

    RispondiElimina
  13. Citazione molto profonda... La depressione la conosco...Va e viene...Non si allontana mai definitivamente...Anche quando sto vivendo periodi felici, so che potrebbe tornare, che potrebbe ricomparire all'improvviso...Ma ormai la conosco, come una amica che non si vorrebbe avere.

    RispondiElimina
  14. CARA KYLIE .
    Parole preziose che lasciano riflettere .Anch'io come Maura mi riconosco in queste struggente parole . Tutti attraversiamo momenti di dolori. Ma per fortuna si superano sempre .
    UN ABBRACCIO LINA

    RispondiElimina
  15. E ricordati sempre che non sei da sola!

    RispondiElimina
  16. Dolce notte (passo in punta di piedi) ..
    Maurizio

    RispondiElimina
  17. Prima o poi lo leggerò.
    Per il resto, mi dispiace...
    Baci e piccoli raggi di luce

    RispondiElimina
  18. bellissimo post, ti invito a passare da me, se t va lascia un commento :)


    www.psicologicamenteinrete.blogspot.com

    RispondiElimina