martedì 30 ottobre 2012

Che ne dite se fondiamo un partito?

Proteste dei lavoratori pubblici spagnoli

L’Italia è un paese che fa quattro chilometri di Gazzetta Ufficiale l’anno, un chilometro quadrato di regole all’anno.

Disse Giulio Tremonti e ci ritroviamo sommersi sia dalla carta che dalla cacca.

Nei giorni scorsi, stanti le prossime elezioni amministrative nella mia città, si è costituita la classica Lista Civica formata da trombati di varia provenienza e personaggi pieni di interessi (personali) e di ambizioni (una bella e comoda carega).
Nel contempo è sorta una delegazione del Movimento 5 Stelle! Un covo di mentecatti e di opportunisti (basta scorrere l'elenco degli iscritti). 
Da tutta sta gente non si scampa. Da qualsiasi angolazione la si guardi è una cacca.

Perché non fondiamo un partito?

Regole per gli aspiranti:
  • no condanne, avvisi di garanzia, processi pendenti, ecc.
  • no amici o parenti "bisognosi"
  • onesti, leali, seri e operosi
  • residenti nel territorio (no rimborsi chilometrici)
  • prevalenza di donne (e dai ci sta!)

Vi vengono in mente altri requisiti minimi?
 

59 commenti:

  1. Uno mi viene in mente :) Essere Norvegese da almeno tre generazioni... Credo che così andiamo " Quasi " sul sicuro... Ps: non conosco quelli della tua città, ma per me il M5S potrebbe essere un'opportunità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Movimento ha una sua serietà di fondo, ma come per ogni aggregazione del genere è fatta di persone e purtroppo dalle mie parti i peggiori si sono ritrovati sotto questa bandiera.

      Baci

      Elimina
  2. certo che al cadreghino e alla pagnottona facile non ci rinuncia nessuno... una volta lì è proprio dura rinunciare a tutti quei soldi facili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un tempo di soldi ce n'erano a bizzeffe, adesso che il 75% dei tagli alla spesa pubblica è stato caricato agli enti locali, di soldi ce ne sono meno, molti meno. Però il miraggio di fare il bottino rimane.

      Un abbraccio

      Elimina
  3. M5S pare la lega,
    nasce uguale assolda uguale
    e quando andranno in parlamento
    si metteranno addosso qualche simbolo
    e faranno cagnara perchè non vogliono portare la cravatta
    tempo sei mesi sono assuefatti.
    Fra qualche anno scopriranno che il leader
    s'è rifatto il tetto di casa coi soldi del partito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo è la fine che molti partiti "nuovi" hanno fatto in Italia.
      Guarda Tosi a Verona, per il primo mandato si è comportato più che dignitosamente, al secondo è già lì che fa come tutti.
      E che mi dici di Renzi?

      Baci

      Elimina
  4. - Avere un'eta compresa tra i 25 e 35 anni
    - Aver un titolo di studio dignitoso
    - Conoscere la lingua italiana
    - Avere i requisiti di onorabilità e professionalità;
    - Avere una ottima moralità;
    - Avere la voglia e la capacita di fare:
    - Avere la disponibilità di tempo, di potere e sapere fare;
    - programma esente (c'e sempre qualcuno che lo fa per te)
    - Avere un buon rapporto con la gente, vicina e lontana di qualsiasi ceto sociale.
    - Avere la manifesta volonta di lavorare operare e impegnare il proprio tempo per gli altri.
    - sapere che è bene NON versare alcun "tributo" al partito una volta eletto; meglio tale tributo utilizzarlo per opere di bene;
    - Essere sincero ed onesto con se stesso davanti a Dio e agli uomini;
    - impegnarsi a dire sempre di "NO.. mi dispiace"
    - Impegnarsi ad essere sempre disponibile
    e mettersi in testa che la politica ha sempre un suo gioco
    dove è meglio non sedersi a giocare.

    ..un giorno dissi "si" e mi trovai il primo gli eletti.

    passo per la buona notte Kylie
    Un bacio
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sei reclutato!

      Un bacione e buona giornata!

      Elimina
  5. Fondare un partito significa mettere insieme degli individui.
    Ergo, non si esce mai dalla cacca...

    Non so perchè alcuni critichino così aspramente il M5S o forse lo so...è qualcosa di molto simile al terrore di cambiare.
    Ma mi dite cos'altro possiamo PERDERE? Cosa?
    Io non vedo alternative, se qualcuno le vede mi dica per cortesia per chi voterà.
    Sono fortemente disgustata e nel disgusto scelgo ciò che "forse" potrebbe essere diverso.
    Noi.

    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì hai ragione bisogna dare una possibilità a chi è entrato ora. Però da me non vedo mica nuovo che avanza, neppure in quel movimento. La mia è una voglia di cambiamento rispetto al passato nel mio territorio e spero sia lo stesso per tutti gli italiani. Si parte da quello che abbiamo intorno per arrivare a Roma.

      Bacio

      Elimina
  6. - ottimismo sconfinato
    - spirito di servizio illimitato
    - capacità di non assorbire umiliazioni, denigrazioni
    anche pesanti
    cara Kylie penso che solo il danaro compensi la mancanza di queste tre "qualità", perciò ci portiamo al punto di partenza.
    Poi hai notato che i soldi non bastano mai, non c'è limite all'avidità, è come una cosa che se ti ci appiccichi non ti liberi più. E' un vortice che ti avviluppa a tua insaputa...
    (battutina)
    ciao, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aliza nel Movimento c'è pure una tua conoscenza, di cui non ho alcuna stima. Uno che si butta ovunque pur di emergere.

      Un bacione cara

      Elimina
    2. Il Comandante dei Vigili del tuo paese.

      Elimina
  7. valori umani saldi ...e non corruttibili .....forse basterebbe poco se non un pò di sale in zucca e voglia di fare senza guardare al compenso ....mi sa che cosi ho scartato tutti .....buona giornata kylie anche se piovosa....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne hai scartati tantissimi!

      Un bacione

      Elimina
    2. forse perchè non ci credo più che ci siano persone cosi? ...dopo tutti quelli che abbiamo avuto penso che la stima per loro e per chi si cimenta con essa l'ho persa....

      Elimina
  8. Risposte
    1. Forse c'è bisogno di persone come te, che non sono interessate e che sono quindi migliori di altre.

      Un abbraccio

      Elimina
  9. "onesti, leali, seri e operosi" ... Questo credo debba essere il pilastro portante per un serio impegno politico ...
    utopia!!? ... Io ci credo ancora
    : ) un sorriso e buona giornata a te

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dobbiamo crederci, non ci resta altro.

      Un bacio

      Elimina
  10. x fare politica non si deve avere una coscienza! haime io ne ho una insopportabile che parla sempre non fa x me U_U

    RispondiElimina
  11. Parto da una considerazione mia personale: chi si butta in politica oggi è potenzialmente un disonesto; chi c'è già, magari da tempo, ha perso il 'potenzialmente', mantenendo l'aggettivo, elevato a una potenza equivalente al periodo di permanenza in politica.
    Questo spiega lo sgomitare per entrarci, in politica, e spiega la faccia tosta di chi non la vuole mollare, nonostante condanne, pendenti o passate in giudicato, figure barbine o presenze parassitarie invisibili ai vertici parlamentari.
    Questo a tutti i livelli, dai comuni (primo gradino di una salita che, tramite ammanicamenti opportunistici, potrebbe portare ad un olimpo che consenta a sé, ai parenti e agli amici, di vivere di rendita per le generazioni future) ai massimi livelli di una politica che non è più politica ma puro e nudo intrallazzo.
    Del nuovo che avanza non dico niente: ribadisco il pensiero di cui sopra (anche perché di questo "nuovo che avanza" abbiamo esperienze recenti, dalle quali si evince che quel 'nuovo' era il vecchio che aveva (che ha) cambiato pelle, mantenendo vizi e improntitudine del 'vecchio'; che, peraltro, tiene duro e non molla.
    Detto questo, che mi piacerebbe non divenisse applicabile al partito che inviti a fondare, tra i requisiti minimi di questi candidati dovrebbe esserci l'assenza di superstizioni o scaramanzie: per dire, se i futuri pretendenti alla cadrega vedessero un gatto nero che attraversa la strada, anziché grattarsele furiosamente, dovrebbero fargli una carezza e coccolarlo e nutrirlo, esattamente come si fa con quelli gialli rossi verdi bianchi beige colori-misti. Inoltre, sempre in tema, dovrebbero essere disposti a passare anche sotto la scala, cioé patire (non solo a parole, a me la parola 'sacrifici' in un determinato contesto non mi commuove, mi fa solo incazzare) quello che patiscono quelli che sotto quella scala ci vivono da sempre, anziché puntare esclusivamente alla sua salita, magari camminando sulle teste di quegli stessi che li avranno votati.
    Perdonami, ma due righe per dire che la politica, tutta la politica, questa politica, mi fa schifo, dovevo batterle. E visto che il tuo post è il primo di oggi che mi è venuto a tiro, è il primo a essere vittima della mia logorrea incazzata.
    Ciao (va da sé che se mi moderi, o censuri come più chiaramente si dice, non me ne adonterò).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gattonero io non censuro mai. Hai commentato con interesse e con intelligenza e hai ragione su quello che è la politica oggi.

      Un abbraccio e grazie

      Elimina
  12. se avessero questi requisiti sarebbe già tanto.
    buon halloween anche a te !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basterebbe anche la metà per andare meglio di come siamo messi...

      Un bacione

      Elimina
  13. mi associo a pupottina, e concordo con tutto quello che hai scritto, succede così dappertutto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non siamo in buone mani neppure con le nuove leve, vero?

      Baci

      Elimina
  14. Bisognerebbe avere anche preparazione, conoscenza tecnica delle leggi e della finanza: siamo governati da un branco di incompetenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In molti casi sì, in altri sono gli stessi politici ad aver assunto un branco di incompetenti negli uffici che dovrebbero dare loro assistenza...

      Bacio

      Elimina
  15. Secondo me anche un minimo di cultura ed educazione non ci starebbe male!^^
    Un bacio!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia capa qualche giorno fa insieme ad altri se n'è uscita con un facciamo un vademecum dove inseriamo che i dipendenti devono vestirsi in modo consono al luogo di lavoro e devono essere educati... Coooosaaaa? Ma quelle sono regole comuni, non le dobbiamo mica scrivere! Vedi tu come siamo presi.

      Baci

      Elimina
  16. magari anche un po' di cervello e cultura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cervello? Basta collegarlo alla spina giusta. Ricordi B a cosa lo collega?

      Bacio

      Elimina
  17. Un vero partito oggi, oltre che delle regole dovrebbe avere dei contenuti culturali forti. I grandi partiti di massa avevano questa caratteristica ed i politici erano mediatori culturali... oggi la maggior parto sono medi-Attori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io penso che non siamo molto lontani da qualcosa del genere, Grillo è solo un esempio.

      Un bacione

      Elimina
  18. Concordo con Amalia: cervello e cultura.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riguardo al cervello ho già detto la mia... non vorrei venir censurata.

      Un abbraccione

      Elimina
  19. Mah, non credo più a nessuno: chi siede su quelle sedie non si scolla più, dimentica ogni buon principio e riempie il portafoglio. Propongo: entrare in politica con lo stipendio del comune cittadino!

    RispondiElimina
  20. Soprattutto avere sani ideali e passione...senza pensare al proprio rendiconto, ma al bene comune.....quello che ora non è assolutamente sentito...basti guardare quello che sta succedendo.
    Noi sappiamo solamente che ci hanno trascinato nel fango da tutte le parti.
    Ciao Cri, abbraccio
    Bruna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continuano a trascinarci, convinti di essere nel giusto. Che schifo!

      Baci

      Elimina
  21. Quando si inizia?
    Dolce sera Kylie
    Un bacio forte
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci dobbiamo organizzare! Dai che si potrebbe proprio fare.

      Un bacione

      Elimina
  22. Fin qui ho letto commenti in genere pessimistici,
    io credo che ci siano politici che svolgono il loro mandato con onestà,
    sono certo che ce ne sono nel partito in cui milito e anche in altri,
    gli scandali che si sono susseguiti in questi anni
    ci hanno fatto pensare che la politica fosse una faccenda poco pulita,
    sono sicuro che non è così.
    Negli ultini vent'anni c'è stato un costante aumento del disamore per la politica,
    dobbiamo tornare a interessarcene, tutti
    perchè se la gente si scosta dai propri ideali si crea un vuoto
    che è facilmente colmabile da profittatori.
    Torniamo nelle sedi dei partiti,
    non importa di quali e vedremo che il ricambio ci sarà
    e non sarà un ricambio con gente improvvisata come abbiamo purtroppo visto
    ma gente cresciuta nella politica e capace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lavoro nel pubblico da tanti anni e ne ho viste di tutti i colori da parte di tutti i partiti. La prima a non aver fiducia sono io.

      Un abbraccio

      Elimina
  23. Tutti a casa e senza vitalizi . Ciao Kylie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo!

      Un abbraccio forte

      Elimina
  24. Ciao! Innanzitutto ti faccio i miei complimenti per il tuo blog ricco di pensieri e parole,che ad oggi purtroppo mancano! E poi volevo proporti un contest (o chiamalo come vuoi!!) nel nostro blog per quanto riguarda i pensieri,si tratta solo di scrivere un pensiero riguardo ad un paesaggio che ti ha particolarmente colpito;in premio c'è solo un nostro piccolo ed umile attestato,niente di che! Ma tutto ciò per facilitare una fruizione di scambio di idee e esperienze,ed è sempre molto bello farne parte! Ti aspettiamo,anche solo a dare un'occhiata,se partecipasi ne saremo davvero contente! A presto,spero!
    http://underguryou.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti! Verrò a curiosare, sì.

      Un abbraccione

      Elimina
  25. Non è male la Tua iniziativa, però mi sa che per trovare gente pulita veramente bisogna aspettarla all'uscita dell'asilo. Ciao Ky, un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dai ce ne sono ancora! Basta solo che non gli proponi qualche compenso... altrimenti diventano ingordi!

      Un bacio

      Elimina
  26. ok ci sto. Ecco le mie prime proposte di legge.
    1) azzerare e rielaborare ex novo le accise della benzina
    2) regolamentare al ribasso (un forte ribasso) i costi delle rca (assicurazioni auto/moto)
    3) censire e recuperare, anche coattivamente, gli stabili fatiscenti e/o in stato di abbandono dei centri storici.

    intervenire sulla castà è necessario ma prevalentemente a livello etico. i costi di benzina e assicurazioni sono tangibili direttametne nella tasca dei cittadini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il terzo punto mi trovi anche agguerrita.

      Baci

      Elimina
  27. Io sono sommersa dallo schifo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, è una cosa che non si crede.

      Un abbraccio

      Elimina