giovedì 28 giugno 2012

Un borgo che più minuscolo di così non si può!

Prima di decidere di avventurarmi in una gita fuori porta dò sempre un occhio al sito de I borghi più belli d'Italia.

Il fine settimana scorso ho deciso di visitare Portobuffolè (TV), uno dei 4 borghi censiti tra i più belli del Veneto.
Non mi aspettavo nulla di speciale ma di certo non un posticino così piccolo, che si gira in pochi minuti. Tutto raccolto e concentrato.
Le foto spero rendano l'idea!



Nella foto sopra la casa di Gaia da Camino (visitabile) nobildonna ricordata da Dante nel canto XVI del Purgatorio:

Per altro sopranome io nol conosco,
s'io nol togliessi da sua figlia Gaia.
Dio sia con voi, ché più non vegno vosco.

L'Alighieri mette in bocca queste parole a Marco Lombardo e sono riferite a Gherardo, padre di Gaia, dal quale fu ospitato a Treviso per circa due anni.


Se capitate da quelle parti fateci un salto, vale la pena di fare una passeggiata in questo piccolo comune (circa 800 abitanti), curatissimo e dal sapore antico.

mercoledì 27 giugno 2012

Circola in ufficio



Quattro chirurghi discutono in ospedale della loro professione in un momento di pausa.

Il primo comincia: 
Preferisco avere degli ingegneri sul mio tavolo operatorio. Quando li apro, tutto all'interno è numerato correttamente...

Aggiunge il secondo: 
Sì, ma dovreste vedere gli elettricisti! Tutto è a colori all'interno, impossibile sbagliarsi!

Replica il terzo:
Io penso sinceramente che i bibliotecari siano i migliori. Tutto è classificato in ordine alfabetico!

L'ultimo chirurgo, il più vecchio e con tante ore di sala operatoria alle spalle, commenta:
Nella mia lunga esperienza di chirurgo, cari colleghi, i più facili da operare sono stati i politici. Non hanno cuore, non c'è cervello, niente colonna vertebrale... ma, soprattutto... la faccia e il culo sono intercambiabili!



P.s. io un tempo volevo fare la bibliotecaria...


Foto: giochi a tre della tribù canina che alberga a casa dei miei

domenica 24 giugno 2012

Devo riprendermi


Le anatre depongono le loro uova in silenzio. Le galline invece starnazzano come impazzite. 
Qual è la conseguenza? Tutto il mondo mangia uova di gallina.

Henry Ford

Io mi sento più anatra che gallina ultimamente...

Questa settimana sono uscita 4 sere di seguito.
Non ho più vent'anni... sono sfinita!


giovedì 21 giugno 2012

Villa Pisani di Stra



Se vi dovesse capitare di passare dalle parti di Stra (Venezia) vi consiglio di visitare Villa Pisani, come ho fatto io sabato scorso, approfittando di una splendida giornata di sole.





Le tre foto sopra rappresentano gli splendidi interni della villa, che rimase di proprietà della famiglia veneziana di cui porta il nome fino al 1807, quando fu venduta a Napoleone (nella foto il suo letto) per 1.901.000 lire venete.


Sullo sfondo si notano le scuderie.


Nella foto sopra quella che viene definita "coffee house" e che sorge su una collinetta al cui interno un tempo veniva conservato il ghiaccio. D'estate la costruzione era il posto più fresco della villa grazie alle aperture sul pavimento attraverso le quali saliva il fresco del ghiaccio.


Sopra uno scorcio dell'orangerie. Sotto la villa vista dalle scuderie.


Dal 1814 al 1866 la villa fu proprietà degli Asburgo e con l'unità d'Italia divenne bene dello Stato. Ora è museo nazionale.
Riccamente affrescata (dal Tiepolo nella sala da ballo) e arricchita dai lavori dei più importanti artisti dell'epoca, è stata più volte ristrutturata dai vari proprietari pur conservando la maggior parte degli arredi originali. Curiosa è l'assenza di lampadari di Murano, probabilmente sostituiti ai tempi degli Asburgo con gli attuali di Boemia.

mercoledì 20 giugno 2012

venerdì 15 giugno 2012

Appunti di viaggio - il ritorno


Attraverso il Po andando verso nord. A sinistra scorgo una specie di secca. Una lingua di terra chiara, sabbia e sassi grigi. È strano vedere questo grande fiume con un parte così esposta.
La rocca di Monselice mi attrae come sempre, devo ancora visitarla. Che peccato! Le rocche e i castelli sono la mia passione. Cosa aspetto?
Poco più avanti intravedo i Colli Euganei. Ricordo un bel week end a Montegrotto, ci devo tornare. Devo tornare in tutti i posti in cui sono stata bene. Isole di serenità.
Mi avvicino a casa, al silenzio rassicurante della mia casa...
Il viaggio è stato lungo e solitario. Qualche voce qua e là, la possibilità di godersi il paesaggio, qualche sosta di troppo.
Alla fine sono tornata.


mercoledì 13 giugno 2012

Quanto piacciono le trombamicizie!



Uno dei miei recenti post che ha avuto una marea di visite è stato quello sui trombamici.

La trombamicizia dev'essere un argomento che prende moltissimo.

Credo lo sia per due ragioni: una è che permette di vivere con una certa leggerezza mentale il rapporto e quindi si cercano conferme al proprio modo di viverlo, l'altra è che a lungo andare ci si innamora e si cercano spunti per uscire da questa pseudo relazione.
Un pro che si trasforma in contro in breve tempo.

Tutte le persone che conosco hanno subito questo percorso. Io non giudico nessuno, ma consiglio di prevenire inutili sofferenze future e di levare le tende non appena ci sono le avvisaglie di qualcosa di più.
Come quando ci si butta con il paracadute già mezzo aperto... è sempre meglio non rischiare nella vita.

Voi che dite?

lunedì 11 giugno 2012

Montefiore Conca



Felice chi, come Ulisse, ha fatto un bel viaggio.
Joachim Du Bellay


Non si può raggiungere la riviera romagnola e non visitare uno dei più bei borghi d'Italia della zona: Montefiore Conca.
Di particolare interesse l'imponente rocca malatestiana che nella foto sotto è visibile sulla collina già a qualche chilometro di distanza.

Dalla porta Curina, in origine dotata di un ponte levatoio, ci si avvia verso il borgo antico e, salendo, verso la rocca.


Dal castello si vede il mar Adriatico.


La scalinata verso la porta del Muro Grosso o delle Due Saracinesche e poi il cortile interno.


Ambienti interni ed il tetto da cui si domina tutta la zona circostante. 



domenica 3 giugno 2012

Castel Sismondo di Rimini e mostra


Ultima giornata dell'affollatissima mostra "da Vermeer a Kandinsky" nella cornice di Castel Sismondo di Rimini. Splendida location e bellissime e importantissime opere.

 




Vi lascio qualche foto del castello e dei quadri.











Monet, Reynolds, Velasquez, Picasso, Mondrian, il Veronese.


 

venerdì 1 giugno 2012

Buon venerdì...


"Ormai il capitano Dy sapeva che poche cose resistono all'usura della vita. 
Le cose sembrano dover durare per sempre, e invece il tempo le sgretola a poco a poco, finché, se uno si volta indietro, si rende conto che del passato non è rimasto niente".

Tratto da "Vita" di Melania G. Mazzucco