giovedì 16 maggio 2013

Quando il medico di famiglia è candidato e tu sei ammalato



Il nostro medico di famiglia è candidato alle prossimi elezioni amministrative. Re dell'incoerenza è infatti passato dal PD, dove ha militato sempre, alla Lega.

Mio papà in settimana, come il resto dei componenti la mia famiglia (siamo tutti ammalati!), è dovuto ricorrere alle cure mediche.
Prima di andare dal medico ha detto "vedrai che mi chiederà il voto!".
Detto, fatto.
Sapendo che mio papà non ama gli incoerenti al suo ritorno gli abbiamo chiesto com'era andata.
"Eh... mi ha chiesto di votarlo...!"
"E tu che hai risposto?"
"Certo dottore!... scherzi, quello doveva farmi la ricetta per delle medicine, se gli avessi detto di no mi avrebbe prescritto veleno!!!"

Non fa una piega.

29 commenti:

  1. Tanto anche la promessa di tuo padre è elettorale quindi può essere ignorata come tutte le altre della stessa categoria.
    Buona giornata Kylie.

    RispondiElimina
  2. Il tuo papi ha usato un'ottima strategia. Ciao e buona guarigione a tutta la famiglia

    RispondiElimina
  3. io prometto sempre di votare tutti ;-)

    RispondiElimina
  4. Bravo! Usiamo la stessa tecnica dei politici e che vadano tutti a quel paese. Buona giornata e buona guarigione

    RispondiElimina
  5. Ormai si può passare impunemente da una sponda all'altra, senza neanche arrossire.
    Parlo del candidato, ovviamente.
    È il trionfo della coerenza incoerente.
    È tutto un casotto.
    Ciao.

    RispondiElimina
  6. Il tuo papà si è adeguato adeguatamente...

    RispondiElimina
  7. Ho letto e sorriso!
    Vale come commento! :)
    Un forte abbraccio e guarite presto!
    Beatris

    RispondiElimina
  8. Cara Kylie, ci sono sempre delle cose interessanti da te, che mi strappano anche un piccolo sorriso, nonostante che non sono sempre belle.
    Come vedi ho trovato il tempo per un mio saluto! Ma saprai che sono molto occupato con dei miei post, che parlano dell'adunata degli alpini a Piacenza.
    Le foto sicuramente non mancano in ogni post. Ciao e buona giornata, amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  9. Chi cambia la vecchia per la nuova..sempre male si trova!
    voglio saperti in buona salute Kylie..anche se aspetto la prossima fermata.
    Un abbraccio forte
    meglio due.
    Maurizio

    RispondiElimina
  10. Ha fatto bene tuo papà. Poi come la nostra politica insegna dal promettere al mantenere ce ne vuole.
    Abbraccio

    RispondiElimina
  11. giusto!! prendiamoli in giro come fanno loro con noi :)

    RispondiElimina
  12. ciao carissimaaaaaaaa vorrei partecipassi ad una mia iniziativa. Ti aspetto da me.

    RispondiElimina
  13. il medico di mia madre è stato eletto con i voti dei pazienti e dei loro famigliari al comune della mia città. Io lo avrei cambiato senza timore perchè deve esserci fiducia tra medico e paziente e nessun altra cose di mezzo

    RispondiElimina
  14. Con tutte le balle che ci rifilano impunemente i politici dovremmo forse farci scrupolo di ripagarli con la stessa moneta? :-)

    RispondiElimina
  15. abbiamo lo stesso medico per caso ????? :DDDDDDD

    stavo per scrivere anch'io due righe sull'argomento....

    RispondiElimina
  16. Mi sa che a breve questo medico appenderà il camice al chiodo...
    Auguroni Kylie e guarisci presto! (te lo dice una che sono 2 settimane che è ostaggio di una bronchite coi fiocchi...)

    RispondiElimina
  17. io non un medico cosi', ma ho un ingegnere *.*

    RispondiElimina
  18. A me piace il motto fotografato sulla casa....

    RispondiElimina
  19. ma che razza di commenti hai!?!?? il medico non dovrebbe fare politica e se la fa almeno avere la decenza di non chiedere i voti ai pazienti, è molto scorretto. Sarà raffreddore immagino, con questo tempo, in bocca al lupo a tutta la famiglia. Baci

    RispondiElimina
  20. hai un po' di spam! :)

    per la serie "basta crederci"!!!

    RispondiElimina
  21. I pazzi vanno assecondati.
    Ma sbaglio o anche tu hai una discreta dose di spam nel tuo blog?

    RispondiElimina
  22. un dottore scorretto e molto! spero proprio che tuo papà non lo voti, non lo merita proprio...
    ciao, carissima, buon fine settimana, un bacio

    RispondiElimina
  23. Ahahaahah!!!! Mi pare giusto! :)
    Un bacio!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
  24. Il sindaco qui da me è un medico di condotta. Tutti i suoi pazienti non fanno che lamentarsi, o non c'è o se c'è è superficiale. Ha troppi pensieri e non si dedica più al suo lavoro come una volta.
    Tuo padre è un grande!
    Rimettiti! Buona guarigione!!!
    Ti abbraccio :)

    RispondiElimina
  25. Ma come medico, è affidabile? Altro che voto, io lo cambierei.
    Cristiana

    Forse lo sai, forse no. Cambiai
    http://pincocri.blogspot.com

    RispondiElimina
  26. E io che pensavo che l'usanza del chiedere voti appartenesse solo al sud...

    RispondiElimina
  27. Proprio un bravo medico.. O_o

    RispondiElimina
  28. Quelli che chiedono il voto, io non li sopporto... se poi appartengono a partiti a me non congeniali ancora di più! anni fa un "amico" di famiglia che si presentava per sindaco chiese i voti a tutta la mia famiglia e poi fece i conti, seggio per seggio, e andò a chiedere "conto e ragione" a mia mamma perché uno di noi non aveva votato per lui (io, per la cronaca)... allucinante!!!
    comunque, tu papà ha fatto bene! e tanto mica quello va a contare, seggio per seggio... ;)

    RispondiElimina